Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:FIRENZE10°21°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 28 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Approvata legge di bilancio in Cdm, c'è stato applauso. Soddisfatti del provvedimento»

Attualità venerdì 20 dicembre 2019 ore 12:37

Il parcheggio interrato che non piace ai residenti

Si tratta solo di una opzione che i tecnici possono approfondire nel disegnare la nuova piazza ma i cittadini hanno messo le mani avanti per dire no



FIRENZE — Una formale richiesta firmata da circa 150 residenti ha aperto le porte della Sala delle Leopoldine in piazza Tasso al Consiglio di Quartiere sulla mobilità e vivibilità del rione tra Zona a traffico limitato, accessi stalli per la sosta e soprattutto parcheggi interrati, con riferimento alla progettazione di un contenitore pensato per piazza del Cestello. Non è un progetto su carta con scale e rendering ma solo una "opzione" all'interno del bando di riqualificazione dell'area che occupa una spalletta dell'Arno.

Il Comitato Oltrarno Futuro che ha promosso l'assemblea di quartiere in piazza Tasso ha lanciato un appello in merito alla questione di un possibile scavo esprimendo contrarietà a tale operazione con l'invito al consiglio di eliminare dal bando qualsiasi ipotesi di scavo di un parcheggio interrato e qualsiasi intervento di rimozione del filare di alberi, che delimita la piazza sul lato del Lungarno.

L'Associazione Progetto Firenze si è dichiarata contraria all'ipotesi di un parcheggio "Il futuro della città dovrà, invece, saper attrarre rispetto per l’ambiente e non automobili o torpedoni turistici, dovrà affrontare elementi di sviluppo che si basino sulla ricerca scientifica dei modelli di ecologia urbana e non su ipotesi commerciali estranee al suo tessuto più vero, magari nascoste dietro la vulgata amministrativa di presunti miglioramenti per la qualità della vita dei residenti".

Il Consigliere del Quartiere 1 Giorgio Ridolfi di Potere al popolo ha commentato "La sensazione vissuta da chi ha partecipato ieri al Consiglio di quartiere aperto alle Leopoldine è stata quella di una voce unanime: il parcheggio interrato in piazza del Cestello non s'ha da fare. Perché un parcheggio interrato a ridosso dell'Arno presenta grossi fattori di rischio. Perchè sarà l'ennesimo parcheggio per ricchi o per un turismo mordi e fuggi, come già lo è il parcheggio Oltrarno-Calza. Un'attrattore di traffico in una zona che non è adatta ad accogliere grossi flussi veicolari. Perchè non corrisponde ai bisogni di chi il quartiere lo vive: né a quelli di coloro che vi abitano, i cui problemi sono legati alla crescente turistificazione e allo svuotamento della residenza, né a quelli che vi lavorano o che affluiscono nel fine settimana, per i quali occorrerebbe aumentare il servizio di trasporto pubblico e prevedere delle alternative fuori dalla zona storica, che è giocoforza più congestionabile. L'amministrazione comunale, come sempre quando si tratta di grandi progetti e di urbanistica contrattata, mantiene un alto grado di opacità: il progetto appare e scompare, a seconda del momento, dalla bocca di assessori e presidenti di quartiere, tutti immancabilmente legati al Pd. A San Frediano, con tutte le componenti del Laboratorio DiladdArno, abbiamo avviato un percorso di progettazione dal basso di Piazza Tasso: siamo stanchi di progetti imposti dall'alto e vogliamo affrontare insieme le criticità del quartiere".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il rinnovo automatico riguarda gli stalli nelle zone blu promiscue di Zcs. Ecco fino a quando rimangono validi i permessi e che fare se si cambia casa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca