comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:35 METEO:FIRENZE14°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 26 novembre 2020
corriere tv
Napoli, davanti al San Paolo l'emozionante omaggio dei tifosi: cori e fumogeni per Maradona

Attualità martedì 17 gennaio 2017 ore 17:05

Il palazzo occupato appartiene ai gesuiti

Foto facebook 'Movimentodilotta perlacasa'

Ennio Brovedani, direttore della Fondazione Stensen proprietaria dell'immobile ha invitato i migranti al dialogo e al rispetto delle regole



FIRENZE — Dopo l'arrivo dei migranti nel palazzo di via Spaventa, il direttore della Fondazione Stensen, padre Ennio Brovedani, è sceso in strada a parlare con loro. L'edificio, infatti, appartiene alla stessa Fondazione gestita dai gesuiti e al momento è al centro di una compravendita con il politecnico di Shanghai. 

"Ho parlato con gli occupanti, mi pare che siano abbastanza bravi e calmi - ha detto Brovedani - ho chiesto loro di sforzarsi di rispettare le regole più elementari della convivenza. Vista la delicatezza del momento, e il dramma dei problemi dell'accoglienza dei migranti, non possiamo che offrire massima disponibilità e sensibilità, senza ovviamente poter prendere impegni e fare promesse infondate a nessuno". 

Riguardo agli sviluppi della situazione, Brovedani ha spiegato di "attendere istruzioni da Roma" e di essere in "contatto con le istituzioni che stanno seguendo la vicenda".

Fuori dal palazzo i migranti e i militanti del Movimento di lotta per la casa hanno affisso lo striscione con la scritta ''Vogliamo soluzioni dignitose''.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità