Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:30 METEO:FIRENZE10°14°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 02 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Meloni incontra Biden alla Casa Bianca: «Costruire insieme la pace per l’Ucraina»

Attualità sabato 07 gennaio 2017 ore 15:59

Il clochard morto aveva rifiutato l'accoglienza

Lo scorso inverno aveva passato molte notti nelle strutture comunali. L'assessore al welfare Funaro: "L'ultima volta è stato ospite a marzo 2016"



FIRENZE — I volontari e gli operatori delle strutture per l'accoglienza invernale delle unità di strada del Comune di Firenze conoscevano bene Adam Zbigniew Koziol, il 48enne polacco trovato morto nel giardino del lungarno Santa Rosa. A stroncarlo le temperature ampiamente sotto lo zero della notte scorsa.

“I volontari delle Unità di strada hanno svolto il servizio in città anche ieri sera quando, intorno a mezzanotte, si sono recati sul Lungarno Santa Rosa dove l’uomo che stanotte ha perso la vita non era presente - ha spiegato l'assessore comunale al welfare Sara Funaro - c’erano invece altre due persone senza fissa dimora, a cui hanno offerto coperte e pasti caldi. Il 48enne non lo incontravano da diversi giorni: l’ultima volta hanno avuto rapporti con lui un paio di settimane fa e, poiché rifiutò l’accoglienza in una delle tre strutture disponibili, gli offrirono coperte e un pasto caldo per proteggersi dal freddo della notte”.

Ora, in previsione di un'altra notte caratterizzata da temperature molto rigide, il Comune ha previsto uscite aggiuntive degli operatori, oltre a quelle svolte regolarmente.  “Siamo tutti fortemente impegnati a fare in modo che episodi drammatici come quello di stanotte non si ripetano - ha poi detto Funaro - e per raggiungere questo obiettivo sono molto importanti anche le segnalazioni che ci arrivano dai cittadini, che possono essere fondamentali per salvare una vita. La mia speranza è siano sempre più i senza fissa dimora che decidono di accettare l’accoglienza alle Foresterie Pertini e del Fuligno e presso l’Accoglienza Salesiani di via Gioberti. In questi giorni di grande freddo le porte sono aperte per tutti. Non viene rimandato via nessuno, neanche all’Albergo popolare”.

Questi i contatti per segnalare le persone in difficoltà. Si può chiamare l’Albergo popolare allo 055-211632 o il Centro di ascolto ai numeri 055 46389272 e 055 46389273 oppure inviare una e-mail all’assessorato al Welfare all’indirizzo assessore.funaro@comune.fi.it


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo ha addirittura indossato gli abiti firmati dell'inquilino, ignaro perché fuori città. L'allarme dato dai vicini, la polizia l'ha arrestato
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità