Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:40 METEO:FIRENZE13°20°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 21 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
«Non venite a Trieste, è una trappola bella e grossa», il video-appello di Stefano Puzzer

Attualità sabato 18 aprile 2020 ore 15:11

​Il cardinale Betori benedice malati e sanitari

Il Cardinal Betori durante la visita
Il Cardinal Betori durante la visita

Emergenza Coronavirus, l'Arcivescovo, nell'ospedale di Santa Maria Nuova ha visitato anche alcuni reparti di degenza e terapia intensiva



FIRENZE — L'Arcivescovo di Firenze, cardinale Giuseppe Betori ha fatto visita questa mattina all'Ospedale di Santa Maria Nuova per portare la sua benedizione agli ammalati, agli operatori sanitari e tutte le persone in servizio. L'Arcivescovo ha espresso vicinanza e sostegno ai degenti e ai loro familiari, e a quanti si prendono cura delle persone che soffrono.

Il cardinale ha fatto la benedizione nel chiostro delle medicherie dell'ospedale, ed è entrato nella chiesa di Sant'Egidio, per poi visitare alcuni reparti di degenza e terapia intensiva.

Ad accompagnarlo il dottotr Giancarlo Landini, presidente della Fondazione Santa Maria Nuova e direttore dipartimento specialistiche mediche, il dottor Stefano Michelagnoli, direttore specialistiche chirurgiche e il direttore del dipartimento infermieristico, dottor Paolo Zoppi, alla presenza di altri direttori medici e infermieri del Santa Maria Nuova.

Il cardinale ha invocato la benedizione "sui malati di questo ospedale e di tutte le strutture sanitarie del nostro territorio, in particolare su quanti sono stati colpiti dal Coronavirus e su tutti gli operatori sanitari, che con generosità e coraggio si prendono cura di tutti i sofferenti". Nella preghiera l'Arcivescovo ha detto: "Signore Gesù dona a tutti coloro che soffrono la salute del corpo e la serenità dello spirito, e fa' che fortificati dalla tua benedizione sperimentino ogni giorno la grazia della tua presenza. Sostieni i medici, gli infermieri e tutti gli altri operatori sanitari: siano l’immagine vivente del Buon Samaritano che ancora oggi si ferma a curare le ferite di ogni sofferente della storia e siano guidati sempre dalla forza del tuo amore recando a tutti sollievo, cure e vicinanza".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Impatto violento tra due automobili. Sul posto personale del 118 e polizia municipale. I residenti hanno segnalato la pericolosità dell'incrocio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità