Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:25 METEO:FIRENZE16°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 01 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, rissa scoppiata alla Darsena tra lanci di bottiglie e scazzottate

Attualità mercoledì 03 febbraio 2021 ore 19:45

I residenti vogliono la cancellata a Santo Spirito

Gli abitanti hanno scritto una lettera aperta con tanto di preventivo per chiedere formalmente di recintare scale e sagrato della basilica fiorentina



FIRENZE — Una cancellata per recintare scale, sagrato ed abside di Santo Spirito preservando l'area dagli avventori della movida, è questa la richiesta formale affidata ad una lettera aperta indirizzata tra gli altri al presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani ed alla Soprintendenza.

I residenti di Santo Spirito hanno così dato seguito alle numerose richieste inviate a voce a Palazzo Vecchio ed alla presentazione della proposta nel documento illustrato al tavolo del Consiglio per la sicurezza.

"Siamo spaventati, sgomenti testimoni del mangia bevi e fuma" hanno scritto nella lettera firmata da un coordinamento facente capo al Comitato di Santo Spirito guidato da Camilla Speranza.

Nella lettera anche una citazione del 2009 attribuita all'allora consigliere comunale di Palazzo Vecchio, Eugenio Giani, che non escludeva l'installazione di una cancellata a protezione della basilica come era stato richiesto dalla comunità religiosa di Santo Spirito.

I residenti hanno ricordato di essersi mossi prima dell'emergenza sanitaria raccogliendo 500 firme tra gli abitanti del quartiere per segnalare il degrado dell'area interessata da fenomeni di spaccio di stupefacenti ed ubriachezza molesta e chiedere interventi mirati al ripristino della sicurezza pubblica. Nel testo il coordinamento fa riferimento agli esposti presentati ed agli incontri avuti con il sindaco per metterlo a conoscenza del problema.

Allegata alla lettera aperta i residenti hanno presentato anche "una stima di spesa" redatta dall'architetto Giuseppe Cini pari a 103.500 euro comprensivi di materiali, installazione, verniciatura ed oneri vari.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità