Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE8°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 29 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La lezione di Burioni: «Variante Omicron? Dobbiamo da un lato stare attenti e dall'altra vaccinarci»

Attualità giovedì 25 novembre 2021 ore 18:38

I lavori per il sottopasso sono in un vicolo cieco

Non è ancora il tempo di abbattere la barriera architettonica. Non ci sarebbero i soldi per realizzare il sottopassaggio pedonale già approvato



FIRENZE — Il sottopasso pedonale di via Vittorio Emanuele II è ancora un disegno sulla carta, i due tratti di strada separati un tempo dal passaggio a livello sono chiusi da anni ed i cittadini sono costretti ad aggirare l'ostacolo.

Si tratta di un'opera incompiuta che rappresenta una enorme barriera architettonica e che costringe ambulanze e mezzi dei servizi pubblici ad entrare e uscire facendo manovra.

Punti attrattivi come Villa Fabbricotti o la Casa Museo Stibbert che sarebbero molto vicine in linea d'aria sono lontanissime in termini di passaggio.

Palazzo Vecchio nel 2019 a fine legislatura ha approvato il progetto esecutivo dell'opera.

Il caso è stato nuovamente sollevato dai consiglieri del Quartiere 5, Matteo Chelli e Angela Sirello che hanno commentato "L’Amministrazione non è ancora in grado di fornire una data utile”.

"Nella risposta all’interrogazione depositata recentemente, l’Amministrazione ha fatto sapere che ancora non ha ottenuto i fondi necessari da Rfi per l’esecuzione dell’intervento, stimando di poter iniziare i lavori nella prima metà del 2023". 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incendio è divampato in piena notte nell'appartamento al terzo piano, coinvolgendo anche quello al piano superiore. Entrambi sono inagibili
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

STOP DEGRADO