Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:58 METEO:FIRENZE15°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 16 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità lunedì 21 dicembre 2020 ore 11:53

Hanno la tramvia ma in 800 preferivano la linea 22

Sono arrivate ad 800 le firme raccolte dal Comitato San Jacopino per chiedere il ripristino della linea dell'autobus che arrivava fino al Duomo



FIRENZE — Il nuovo tram non sarebbe funzionale quanto lo era l'autobus che attraversava il quartiere collegando Novoli con il Duomo di Firenze, ne sono convinti gli 800 cittadini di San Jacopino che chiedono il ripristino della linea 22.

Sono state protocollate e consegnate a Palazzo Vecchio altre 300 firme, dopo le 500 già depositate durante l'anno da Salvatore Sibilla presidente del Comitato San Jacopino.

Sibilla spiega a QUInewsFirenze "La soppressione della linea 22 è passata sotto silenzio ma ha creato disagi enormi ai residenti ed ai commercianti togliendo un servizio di raccordo tra Novoli ed il centro storico. Noi siamo nel Quartiere 1 ma siamo tagliati fuori perché la nuova linea 16 che dovrebbe funzionare come adduzione al tram non è sufficiente ad effettuare la copertura del rione".

I residenti si erano schierati contro nella primavera del 2019 "Nel Maggio 2019 - ricorda il presidente del Comitato - durante una assemblea pubblica al circolo Pescetti la nostra proposta di ristabilire la linea 22 fu bocciata dall'amministrazione".

A risentire del cambiamento è stata la popolazione più anziana "Capiamo che l'interesse adesso sia di far convergere tutti i passeggeri verso il tram - evidenzia Sibilla - ma un anziano in piazza San Jacopino deve attendere il bussino per arrivare al tram, fare due fermate e scendere a Santa Maria Novella per prendere un altro bussino e arrivare al Duomo mentre prima si arrivava con un solo mezzo fino a Santa Maria Maggiore. Oppure può risalire il rione a piedi per raggiungere il Mugnone e attendere il passaggio del tram ma sempre fino a Santa Maria Novella può arrivare".

La proposta dei residenti "In questa zona abbiamo diverse scuole ed un distretto sanitario, in vista oramai della distanza obbligatoria e della capienza ridotta dei mezzi - sottolinea Sibilla - occorre ripristinare un mezzo più grande magari con un tragitto ridotto ma più efficiente ad esempio che parta da piazza Puccini, copra la zona di San Jacopino e raggiunga il centro storico". 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Noto in tutto il mondo, il professore di Ingegneria Elettronica all’Università di Firenze è stato tra i fondatori della società fiorentina El.En.
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Attualità

Attualità