Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 27 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Elisabetta Belloni e il suo pensiero su donne e carriera diplomatica

Attualità mercoledì 23 novembre 2016 ore 16:13

La capitale del buon cibo e del vino di qualità

Seconda edizione di 'Food & Wine in progress' alla stazione Leopolda il 27 e 28 novembre. Presenti agli stand i migliori chef e sommelier



FIRENZE — La manifestazione torna per la seconda volta e già nel titolo, con quel riferimento 'in progress', mostra di voler guardare al futuro e agli sviluppi del settore enogastronomico. 'Food & Wine in progress' sarà alla stazione Leopolda di Firenze domenica e lunedì. L'iniziativa è promossa dall’Unione regionale cuochi toscani, dall’associazione italiana sommelier Toscana e da Cocktail in the world, insieme a Confcommercio e Coldiretti Toscana.

Il progetto è stato illustrato nella sede del Consiglio Regionale della Toscana di palazzo Panciatichi alla presenza del presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani , della vicepresidente Lucia De Robertis, del presidente nazionale dell’Ais, Antonello Maietta, del presidente della Federazione italiana cuochi Rocco Pozzulo, del vicepresidente vicario di Fipe Confcommercio e presidente Fipe-Confcommercio Toscana Aldo Cursano oltre che del vicepresidente di Coldiretti Firenze/Prato Andrea Landini.

L'idea di fondo è quella di promuovere e mettere insieme le eccellenze toscane nel campo dell'enogastronomia. I produttori potranno così parlare di produzioni agricole, di vino, di alimenti, di qualità e di innovazioni. 

Un progetto ambizioso che punta, in due giorni, ad attrarre 5mila visitatori che potranno incontrare centinaia di cuochi, tra i quali anche chef rinomati, oltre 140 aziende vitivinicole in esposizione e altrettante legate ai settori del cosiddetto 'beverage e food'. 

"Sosteniamo con convinzione questa iniziativa perché mette al centro la parola chiave delle nostre produzioni agroalimentari e enologiche: la qualità, e permette di valorizzarla grazie alla presenza sinergica degli ambasciatori nel mondo dei nostri prodotti: i grandi chef – ha detto l’assessore all’agricoltura della Regione Toscana, Marco Remaschi - è una manifestazione nata da poco ma che ha avuto un esordio brillante: quest'anno, ci auguriamo possa consolidarsi offrendo una vetrina prestigiosa alle nostre eccellenze e, con loro, all'insieme della nostra produzione. Nel mondo, ne abbiamo costanti riscontri, c'è tanta voglia di Toscana, di 'assaggiare' la Toscana: a Food and wine in progress, per due giorni, sarà possibile farlo ai massimi livelli".

Per l'assessore al turismo Stefano Ciuoffo, "La capacità attrattiva della nostra regione nel mondo è senza dubbio data anche dalla sua cucina e dai suoi prodotti. L’immagine del ‘buon vivere toscano’ è strettamente correlata al nostro cibo e al nostro vino quindi una manifestazione che metta al centro le produzioni enologiche ed agroalimentari di eccellenza della nostra regione è sicuro richiamo e ulteriore vetrina di ciò che possiamo offrire al turista che decidesse di trascorrere qui le sue vacanze". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Terminata la realizzazione delle travi di fondazione con i pali posizionati in verticale, a seguire la realizzazione dell’armatura per i pilastri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità