Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE15°27°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 24 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Onorificenza a Liliana Segre, Casellati si commuove: «Lei ha trasformato l'orrore in memoria»

Lavoro lunedì 19 luglio 2021 ore 12:10

L'abbraccio della piazza ai lavoratori Gkn

La manifestazione in piazza Santa Croce
La manifestazione in piazza Santa Croce
Foto di: Cgil Firenze / Facebook

Piazza Santa Croce gremita, con istituzioni e corpi sociali di tutta l'area metropolitana e la Toscana a invocare lo stopo ai 422 licenziamenti



FIRENZE — "Ritirare i 422 licenziamenti alla Gkn di Campi Bisenzio": sotto questa egida stamani in piazza Santa Croce a Firenze lavoratori, semplici cittadini, istituzioni, sindacati e corpi sociali di tutta l'area metropolitana ma anche dell'intera Toscana si sono stretti in un gigantesco abbraccio di massa attorno ai 422 dipendenti dello stabilimento campigiano che la multinazionale inglese ha comunicato di voler chiudere, attivando la procedura di licenziamento collettivo.

Sul palco - dinanzi a una distesa di persone con bandiere, striscioni, gonfaloni - i lavoratori hanno aperto la manifestazione, dopo essere stati salutati al loro ingresso in piazza con un lungo e caloroso applauso. Dopo di loro è stata la volta dei rappresentanti sindacali, in una mattinata che ha visto coinvolte tutte le sigle. Compatte anche le istituzioni, a cui i lavoratori hanno rivolto il loro appello. "La Toscana difende il lavoro e i lavoratori. I comportamenti della Gkn sono inaccettabili e ci trovano uniti per contrastarli", afferma il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani sceso anche lui in piazza.

E tra le voci solidali di quanti non si sono potuti recare stamani in Santa Croce arriva anche quella della direzione dell'azienda ospedaliero-universitaria di Careggi che, recita una nota, "si unisce al personale della sanità fiorentina nell’esprimere solidarietà ai lavoratori impegnati nella manifestazione contro i licenziamenti". 

"È importante – commenta Rocco Damone direttore generale Aouc – porre la necessaria attenzione alle conseguenze della perdita del lavoro in un periodo di pandemia, non solo e principalmente per i singoli lavoratori direttamente interessati, ma anche rispetto alla salute pubblica di una comunità di cittadini la cui tutela dipende, in gran parte, da una corretta gestione sanitaria nei luoghi di lavoro in termini di prevenzione, vaccinazioni e controlli efficaci contro la diffusione del Covid".

"Siamo tutti/e GKN"

"Siamo tutti/e #GKN" Cari padroncini, cara holding finanziaria, dal Collettivo Di Fabbrica - Lavoratori Gkn Firenze ai rider, dai tranvieri ai lavapiatti, dovete fare i conti con tutti/e i/le lavoratrici della piana fiorentina. A #Firenze oggi risuona la Martinella, #Insorgiamo per liberarci dai ricatti, dalla paura, dai licenziamenti!

Pubblicato da Insorgiamo con i lavoratori GKN su Lunedì 19 luglio 2021
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono stati i residenti ad allertare la polizia dopo avere trovato all'interno di un garage alcuni scooter abbandonati, manomessi e svaligiati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità