Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:10 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 26 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
«Viva la libertà, dannazione!»: Milei abbraccia Trump

Attualità martedì 13 dicembre 2022 ore 17:25

Fiorino d’oro al prefetto Lamberto Giannini

"Per lo straordinario e costante impegno profuso nel contrasto all’eversione e al terrorismo interno e internazionale" si legge nella motivazione



FIRENZE — Fiorino d’oro della città di Firenze al prefetto Lamberto Giannini, capo della Polizia e direttore generale della Pubblica sicurezza.

La cerimonia si è tenuta in Sala dei Gigli a Palazzo Vecchio alla presenza delle autorità civili, militari e religiose cittadine. Al prefetto Lamberto Giannini è stata consegnata la massima onorificenza cittadina “per lo straordinario e costante impegno profuso nel contrasto all’eversione e al terrorismo interno e internazionale, per aver saputo alimentare, grazie ad apprezzate qualità personali e professionali, affinate all’interno di un curriculum d’eccellenza, in particolare nella gestione dei servizi di ordine pubblico, il sentimento di sicurezza e di fiducia dei cittadini verso le istituzioni”.

“Siamo felici di aver consegnato la più importante onorificenza di Firenze al capo della Polizia Lamberto Giannini - ha detto il sindaco Dario Nardella - perché è sempre stato molto vicino alla nostra città, dedicando un’attenzione particolare alla comunità fiorentina. Lo ha fatto sollecitando la Polizia di Stato a seguire con grande attenzione tutte le grandi sfide che abbiamo nel capoluogo e in tutta l’area metropolitana. La consegna del Fiorino d’oro è anche un modo per dire grazie e per rilanciare e rilanciare sempre di più la collaborazione per la sicurezza della nostra comunità”.

Per oltre 27 anni il prefetto Lamberto Giannini è stato infatti impegnato nel contrasto all’eversione e al terrorismo interno ed internazionale, conseguendo importanti successi professionali. Tra questi spiccano gli arresti dei terroristi “rossi” che, con gli omicidi Biagi e D’Antona, avevano ripreso la lotta armata in Italia; le indagini nell’ambito della strage alla stazione di Bologna; quelle sull’omicidio della giornalista del Corriere della Sera Maria Grazia Cutuli, assassinata insieme ad altri tre suoi colleghi in Afghanistan; l’arresto nel 2005 a Roma di uno dei terroristi di Al Qaeda che nel luglio di quell’anno aveva tentato di farsi esplodere, con dei complici, nella metropolitana londinese; l’operazione che ha portato alla cattura, in Bolivia, del latitante Cesare Battisti. Negli ultimi anni, dapprima come direttore del Servizio Centrale Antiterrorismo, poi come responsabile della Polizia di Prevenzione è Presidente del C.A.S.A. (Comitato di Analisi Strategica Antiterrorismo), ha inoltre contribuito all’elaborazione della strategia nazionale di contrasto alla pressante minaccia del terrorismo di matrice radicale religiosa, occupandosi, in particolare, del fenomeno dei foreign fighters.

In occasione del ‘Percorso alla memoria’ organizzato dalla questura in collaborazione con il Comune, il questore Maurizio Auriemma, d’intesa con il sindaco Dario Nardella, ha proposto di inserire la cerimonia di conferimento del Fiorino d’oro nell’ambito della fase conclusiva di questa iniziativa per ricordare le vittime delle stragi di mafia. Piazza della Signoria ha infatti ospitato la teca della Quarto Savona Quindici, la Fiat Croma blindata sulla quale persero il 23 maggio 1992 la vita gli uomini della scorta del Magistrato antimafia Giovanni Falcone: Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. 

La teca, che lo stesso questore della provincia di Firenze ha definito “Sacrario della Polizia di Stato”, è stata mostrata alla cittadinanza nei pressi della Loggia dei Lanzi, a due passi dall’Accademia dei Georgofili sventrata nel Maggio del ’93 da un attentato esplosivo di stampo mafioso. Destinato a colpire il patrimonio artistico nazionale custodito negli Uffizi, il vile gesto costò la vita a cinque persone, tra le quali una bambina di appena 50 giorni. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
“Eccellenze Artigiane” Hand Made allo “Stellar” nel cuore di San Frediano per la prima edizione nell'innovativo “Granaio dell’Abbondanza”
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Spettacoli

Attualità