Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:50 METEO:FIRENZE22°36°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 24 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Samele argento nella sciabola, la dura preparazione per arrivare così in alto

Attualità martedì 01 giugno 2021 ore 18:20

Fioriere nuove sulle vie dello shopping

Il riallestimento delle fioriere segue la linea già tracciata da Palazzo Vecchio che ha usato le piante come barriere per regolare la viabilità



FIRENZE — Più di trenta fioriere sono state installate a Firenze in via Tornabuoni, dodici di cui otto con seduta in via Calzaiuoli. La vice sindaca Alessia Bettini ha fatto un sopralluogo durante l'allestimento.

“Si tratta di arredi urbani che migliorano bellezza e decoro del centro storico - ha detto Bettini - Fioriere ben disposte e curate rivitalizzano le nostre strade e sono un segnale importante di rispetto degli spazi urbani. C’è una grande varietà di piante che arriva dal nostro vivaio e che ora sono curate in modo meticoloso alla luce anche del periodo estivo che sta arrivando. Ringrazio i giardinieri del Comune per il loro lavoro e l’impegno che mettono nella manutenzione di queste strutture. La cura della nostra città passa anche da questi piccoli gesti”.

Nello specifico in via Tornabuoni sono state rimesse a nuovo 33 conche di ampie dimensioni, circa 1 metro di circonferenza, sul modello di quelle già presenti anche in Borgo Santa Croce, via Cavour e piazza san Marco per fare un esempio. All’interno ci sono esemplari alternati di piante di tasso e evonimo con cespugli di nandine e edere.

In via Calzaiuoli vi sono dodici fioriere di cui otto con seduta, posizionate in accordo con la Prefettura nell’ottica anche di proteggere monumenti e sede stradale. All’interno vi sono esemplari di ficus benjamin ad alberetto assieme a cespugli e essenze, ovvero nandine, falangium, osmanthus, edere, pansée nonché fioriture che vengono sostituite a seconda della stagionalità. 

Le piante provengono tutte dal vivaio dell’amministrazione comunale, sono degli esemplari di particolare pregio, ad esempio il ficus benjamin ad alberetto di queste dimensioni è raro da trovare in commercio ed è frutto della lavorazione e dell’allevamento dei giardinieri comunali. La manutenzione dei giardinieri prevede interventi di bagnatura, sarchiatura, concimazione e potatura.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una passeggera senza biglietto ha aggredito la capotreno. Il treno regionale si è fermato dopo essere partito dalla stazione di Santa Maria Novella
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Attualità

Attualità