Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:05 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 27 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Funerali Ennio Doris, Berlusconi fa le condoglianze alla moglie Lina Tombolato

Attualità venerdì 09 aprile 2021 ore 14:08

Edilizia, ombra delle mafie su ripresa post Covid

Il prefetto ha convocato un tavolo di confronto sul settore delle costruzioni nell’area metropolitana alla luce della crisi economica dovuta al Covid



FIRENZE — "Occorre una particolare attenzione con l’avvio di importanti lavori per lo sviluppo delle infrastrutture e l’apertura di nuovi cantieri in conseguenza della messa a disposizione degli Enti territoriali di risorse previste dal Piano nazionale di ripresa e resilienza" lo ha detto il prefetto di Firenze, Alessandra Guidi, stamani durante il tavolo convocato per un focus sul settore delle costruzioni nell’area metropolitana.

All'incontro hanno partecipato forze dell’ordine, ASL, Ispettorato del Lavoro, Vigili del Fuoco, Inail, Inps e i sindacati confederali.

Sono state le organizzazioni sindacali a chiedere il tavolo dopo avere rilevato la recrudescenza di infortuni sul lavoro non direttamente collegati al contagio da Covid 19 "Il comparto edile desta forte preoccupazione in un momento in cui la recessione economica in atto e l’aumento delle condizioni di povertà possono favorire l’illegalità e costituire un drammatico moltiplicatore degli infortuni e delle malattie professionali" hanno detto i sindacati.

Dal tavolo è emersa la creazione di un percorso di condivisione di dati e informazioni sintomatici di situazioni di illegalità, a partire dalle circostanze anomale riscontrate nel corso di attività ispettive e dalle situazioni segnalate dai sindacati per avviare iniziative mirate a prevenire e contrastare infiltrazioni mafiose nel circuito legale dell’economia.

“Il comparto edile è da sempre uno dei settori più a rischio di infiltrazioni della criminalità organizzata, oltre che uno dei più colpiti da infortuni e malattie professionali - ha sottolineato il prefetto - e proprio in questo momento occorre una particolare sinergia tra tutti gli attori del territorio, con l’imminente avvio di importanti lavori per la manutenzione e lo sviluppo delle infrastrutture e l’apertura di nuovi cantieri in conseguenza della prossima messa a disposizione degli Enti territoriali di importanti risorse economiche, previste dal Piano nazionale di ripresa e resilienza”.

Il tavolo opera in linea con i lavori del Comitato regionale art. 7 d.lgs.81/2008 e con le recenti “Linee guida per l’attività di prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro” adottate dalla Regione Toscana, e si inserisce nel quadro della collaborazione già in atto con gli enti territoriali attraverso i patti volti al rafforzamento dei controlli antimafia negli appalti.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dal Quartiere 1 al 5, ecco la mappa delle 9 nuove zone in cui sono in arrivo le limitazioni alla velocità di circolazione a 30 chilometri orari
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Tabasco n.6

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca