QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 16°30° 
Domani 14°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 18 giugno 2019

Elezioni mercoledì 17 aprile 2019 ore 15:05

De Blasi presenta il programma a 5 stelle

Roberto De Blasi, candidato sindaco a Firenze del Movimento Cinque Stelle, ha presentato il suo programma diviso in cinque punti



FIRENZE — Roberto De Blasi ha presentato il suo programma, le cinque stelle per Firenze: sicurezza, urbanistica, cultura, viabilità, ambiente.

Prima di prendere la parola durante la conferenza stampa, il candidato sindaco è stato introdotto dalla capogruppo uscente in Palazzo Vecchio e candidata alle Europee 2019 del Movimento Cinque Stelle Silvia Noferi alla presenza del consigliere regionale Andrea Quartini. I due esponenti pentastellati hanno motivato l'attesa della presentazione del candidato con la necessità di lavorare prima al programma.

Ecco i punti del programma a 5 stelle:

Sicurezza - Episodi di violenza, furti, rapine sono all’ordine del giorno. È indispensabile ripristinare la sicurezza dei cittadini e della proprietà privata.

Si rende necessaria quindi l’istituzione di un’organizzazione di joint venture tra cittadini, imprese e Stato: una cooperazione consapevole in grado di dare vita a un concetto di “sicurezza partecipata”. La creazione di un’unica centrale operativa, che preveda l’integrazione fra le forze di polizia, permetterà di condividere azioni strategiche tra questore, comandante Provinciale dei Carabinieri e Prefetto.

Urbanistica - Il regolamento urbanistico è lo strumento di governo del territorio che disciplina l’attività urbanistica ed edilizia. Le varianti al piano regolatore devono essere concepite in funzione della tutela del territorio. Non devono diventare occasioni di nuovo consumo di suolo che la città di Firenze non può sopportare. L’amministrazione deve riappropriarsi del ruolo di garante della qualità delle trasformazioni urbane.

Necessario sburocratizzare e semplificare le norme per rendere più chiaro e facilmente fruibile lo strumento di controllo e adottare il sistema “partecipato” dai cittadini. Si rende inoltre necessario l’inserimento del fiume Arno nello strumento urbanistico.

Cultura - Il Centro Storico di Firenze è patrimonio mondiale dell’umanità fruito come un museo a cielo aperto spesso senza il rispetto necessario.

Firenze ha la necessità di vedere ripristinato l’Assessorato alla cultura, mancante da troppo tempo e attivarsi per la creazione di una commissione tecnico-artistica per valutare l’adeguatezza degli incentivi da parte dell’Amministrazione Comunale e la qualità dell’offerta culturale.

Le periferie dovranno essere coinvolte nel percorso artistico con l’installazione di opere d’arte, spazi culturali anche di proprietà del comuni concessi a prezzi agevolati per incontri, mostre, prove, ecc.

Coinvolgimento dei giovani con festival dedicati alla Street Art e agli artisti di strada.
Creazione di una card annuale con prezzo accessibile a tutti che consenta l’ingresso ai musei e alle mostre senza limitazioni.

Viabilità: I trasporti alimentati da combustibili fossili sono la principale causa di danni alla salute dei cittadini che vivono nei centri densamente abitati. Firenze è ai primi posti con il più alto numero di auto pro capite in Europa.

Il Piano Generale del Traffico Urbano è obsoleto, occorre puntare su sistemi di mobilità sostenibile in armonia con il contesto urbano. L’efficienza dei mezzi pubblici a impatto zero deve essere accompagnata da un’offerta di servizi alternativi vantaggiosi rispetto all’utilizzo dei mezzi privati.

Ambiente - Una città deve dedicare attenzione e gestire al meglio le risorse ambientali per dare ai cittadini qualità di vita. Raccolta dei rifiuti urbani, controllo del traffico veicolare inquinante, valorizzazione e fruibilità dell’Arno, rapporti di mobilità con la Piana fiorentina e pratese, aeroporto sono i punti su cui concentrare l’attenzione.

La presunta necessità di realizzare la nuova pista per l’aeroporto Amerigo Vespucci, infrastruttura dall’eccezionale impatto ambientale, porterà ad un incremento cospicuo di aerei che sorvoleranno la città con diretta conseguenza dell’aumento esponenziale dell’inquinamento urbano. La distruzione dell’unica riserva naturale della zona della Piana Fiorentina e Pratese crerebbe un danno ambientale di grande portata.

Per tali motivi il Movimento 5 Stelle persegue l’immediato stop alla costruzione del nuovo aeroporto; in considerazione delle strategie nazionali che riguardano la riorganizzazione dello spazio aereo mirato al rilancio della compagnia nazionale di bandiera, intende promuovere lo sviluppo e il potenziamento di collegamenti ferroviari veloci con gli aeroporti internazionali di Pisa, Bologna e Fiumicino. Utile il ripristino della possibilità di effettuare il check-in direttamente nelle stazioni ferroviarie di collegamento con gli scali aeroportuali limitrofi.

Occorrerà in maniera urgente e definitiva preservare la salute dei cittadini dei quartieri di Peretola, Brozzi e le Piagge interessati dal cono di attraversamento degli aeromobili nel rispetto delle condizioni ambientali e di sicurezza previste dalle prescrizioni della Commissione di Valutazione Ambientale disposte fin dal 2003.

Roberto De Blasi, 43 anni residente nel quartiere 4. Sposato con Camilla, ha due figli Tommaso e Niccolò. È Architetto e lavora per Intesa Sanpaolo con il ruolo di gestore del patrimonio immobiliare per il Personale della Cassa di Risparmio di Firenze.

Iscritto al Movimento 5 Stelle dal 2013 ha partecipato all’organizzazione di diverse campagne elettorali, alla redazione di convegni promossi dal gruppo consigliare e recentemente si è impegnato come coordinatore del gruppo di lavoro per la redazione del programma elettorale.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca