comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 04 dicembre 2020
Tutti i titoli:
corriere tv
Covid, Conte: «Da subito attivo il piano ‘Italia cashless' per gli acquisti con carte, ma non online»

Attualità lunedì 16 marzo 2020 ore 12:27

Covid-19, Poste sperimenta la firma vocale

L’emergenza sanitaria da Coronavirus che impone precauzioni a tutela della salute pubblica ha accelerato la digitalizzazione del servizio postale



FIRENZE — Poste Italiane ha annunciato alcune variazioni nel servizio al pubblico e nella modalità di consegna di corrispondenza e pacchi riducendo il contatto tra le persone.

La sede fiorentina di Poste Italiane ha confermato la sperimentazione di una soluzione digitale per semplificare le procedure di consegna "Al momento del recapito è previsto l’invio di un codice numerico al destinatario via e-mail o sms che potrà essere comunicato a voce - in piena sicurezza - al corriere per ricevuta dell’avvenuta consegna della spedizione".

Sempre in merito alla gestione dell’emergenza sanitaria in corso, Poste ha spiegato che "Il recapito di invii raccomandati ed assicurati sull’intero territorio nazionale potrà essere effettuato con le seguenti modalità: il portalettere provvederà all’immissione dell’invio nella cassetta domiciliare o in luogo con condizioni minime di sicurezza, informando il destinatario o altra persona abilitata di tale modalità di consegna ed attestandola, in qualità di incaricato di pubblico servizio, con la propria firma sui modelli di consegna e gli avvisi di ricevimento. È facoltà del destinatario o della persona abilitata richiedere, al momento del recapito, il rilascio dell’avviso di giacenza, con conseguente deposito dell’invio presso l’Ufficio Postale per il ritiro nei termini indicati nello stesso. In caso di assenza temporanea o rifiuto dell’invio, saranno applicate le consuete procedure. Gli invii in contrassegno o con consegna a mani proprie saranno depositati direttamente presso l’Ufficio Postale, previo rilascio dell’avviso di giacenza. Per le notifiche a mezzo posta, tenuto conto della impossibilità di effettuare il recapito a mano, a tutela della salute dei lavoratori e degli utenti, gli invii saranno direttamente depositati presso gli Uffici Postali e si darà corso agli adempimenti prescritti dall’art. 8 della legge 890/1982, con rilascio di “avviso in busta chiusa a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento”, (c.d. CAD). Tale operatività, adottata in emergenza sanitaria, sarà annotata altresì sull’avviso di ricevimento (Mod. 23L). La medesima procedura prevista per gli invii raccomandati e assicurati potrà essere applicata anche ai pacchi e al Corriere Espresso" conclude la nota.



Tag

Programmazione Cinema Farmacie di turno


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Attualità