Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE17°31°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 26 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Conference League alla Roma, Pellegrini alza la coppa ed è trionfo

Attualità venerdì 10 dicembre 2021 ore 16:52

Covid, Asl nelle scuole vigila sul ricambio d'aria

"Il costante ricambio di aria è una delle migliori misure di prevenzione". Controllate 84 aule in 16 scuole per un totale di 1500 alunni e 98 docenti



FIRENZE — La Asl Toscana Centro ha effettuato una attività di vigilanza dei protocolli anti contagio nelle scuole di ogni ordine grado e tipo a supporto delle istituzioni scolastiche.

"Il costante ricambio di aria è una delle migliori misure di prevenzione contro il Covid anche negli ambienti scolastici", è quanto è stato verificato dall’indagine degli ultimi mesi effettuata dai tecnici del Dipartimento di Prevenzione con l’Area Funzionale di Igiene Pubblica e Nutrizione, diretta dal dottor Giorgio Garofalo ed il Dipartimento dei Servizi Tecnico Sanitari dell’Asl Toscana Centro, diretta dal dottor Renzo Ricci.

In 84 aule controllate su 16 scuole analizzate, nelle province di Firenze, Prato e Pistoia, è stata rilevata almeno 1 aula con valori superiori a 1000 ppm di Anidride Carbonica CO2, emessa con la respirazione da studenti e docenti. Lo studio ha riguardato un totale di 1519 alunni, 98 tra docenti e personale ATA, tutti coinvolti nelle fasi di misura e informazione sulle metodiche per realizzare una corretta ed efficace aerazione.

Il valore di 1000 ppm di CO2 rappresenta il livello oltre il quale l’aria diventa viziata aumentando le concentrazioni di inquinanti e contaminati sia chimici che biologici come batteri o virus.

Nel dettaglio in 30 aule su 83 è stata rilevata una concentrazione di CO2 > 1000 ppm (36%). In 7 aule su 83 sono stati riscontrati valori superiori a 2000 ppm, il doppio del valore indicato come soglia di riferimento. Nelle 30 aule dove è stato riscontrato un valore maggiore di 1000 ppm è stato avviato un ricambio dell’aria realizzando la ventilazione con corrente d’aria, ripristinando valori inferiori a 1000 ppm, mediamente in meno di 5 minuti.

Dall’indagine effettuata dai tecnici della prevenzione sono scaturite alcune indicazioni "In primo luogo è necessario aerare le aule prima dell’inizio delle lezioni al mattino e al pomeriggio, a metà dell’ora di lezione, al cambio insegnante e all’intervallo ricreativo".

Per realizzare la ventilazione con corrente d’aria "è necessario tenere aperte leggermente e contemporaneamente una o più ante di alcune finestre delle aule (almeno due), la porta dell’aula e una o più ante delle finestre del corridoio, in modo intermittente o continuo, come misura finalizzata a mantenere un costante e continuo ingresso d’aria esterna di rinnovo". Inoltre "Nelle giornate con avverse condizioni meteorologiche e temperature rigide, in cui non è possibile tenere aperte alcune ante delle finestre resta fondamentale areare per almeno 5 minuti l’aula ogni 20-30 minuti al massimo, realizzando la ventilazione con corrente d’aria".

“Considerata l’importanza dei risultati ottenuti, il Dipartimento delle Professioni Tecnico Sanitarie sta valutando, oltre a continuare con le verifiche di vigilanza, a fornire un supporto per la realizzazione di iniziative formative e informative rivolte a Dirigenti scolastici, docenti e personale ATA delle scuole, in materia di corretta aerazione dei locali per rendere l’aerazione delle scuole e degli ambienti indoor in generale, un’esigenza di salute, da programmare e verificare durante ed oltre il periodo pandemico" ha concluso il dottor Ricci.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Strada chiusa e viabilità alternativa per consentire le operazioni di smontaggio del macchinario che è stato utilizzato per un recupero edilizio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità