Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:45 METEO:FIRENZE18°31°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 12 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tifosi in coro, i finlandesi cantano «Christian» e quelli danesi rispondono «Eriksen»

Attualità martedì 07 aprile 2020 ore 19:33

Covid, 3000 richieste in 24 ore per i​ buoni spesa

Chi ha fatto richiesta ed ha diritto riceve buoni cartacei nominali da 10 euro da spendere nei supermercati e negozi di vicinato convenzionati



FIRENZE — Sono 3023 le richieste per ricevere i buoni spesa che sono arrivate al Comune di Firenze da ieri alle 14.30, momento in cui è partita la possibilità di richiedere il sostegno alimentare sul sito http://www.firenzebuonispesa.it, alle 18 di oggi. Delle oltre tremila richieste 921 sono state presentate utilizzando credenziali Spid, carta di identità elettronica o carta sanitaria dei servizi.

L’assessore Vannucci ha fatto un appello ai fiorentini che hanno diritto ai buoni spesa “Andate a ritirarli solo se avete ricevuto la mail con l’appuntamento. Evitate di fare viaggi a vuoto: senza appuntamento non saranno consegnati”.

Le domande possono essere presentate h24 e da domani alle 14.30 chi ne ha diritto potrà ritirare i buoni spesa, per i quali sono a disposizione oltre due milioni di euro. La consegna avverrà nelle sedi dei Quartieri e alla Direzione Servizi sociali in viale De Amicis, 21.

“Oggi la piattaforma informatica non ha avuto problemi - ha detto l’assessore a Welfare Andrea Vannucci -. Ieri sono state riscontrate delle difficoltà, ma grazie al tempestivo intervento dei nostri Sistemi informativi e della componente amministrativa dei Servizi sociali, che stanno facendo un grande lavoro, sono state risolte in tempi rapidi e i fiorentini hanno potuto presentare le domande. Che numericamente sono in linea con le nostre aspettative”. “Vorrei ringraziare tutti i dipendenti comunali e i volontari che si stanno impegnando al massimo in questa importante operazione - continuato l’assessore-: gli operatori del Call center, gli amministrativi e gli assistenti sociali della Direzione Servizi sociali, i presidenti dei cinque Quartieri, ma anche le associazioni di volontariato e il Terzo settore per quanto stanno facendo per la consegna dei pacchi alimentari”.

A proposito della presentazione della domanda per ricevere i buoni spesa, l’assessore Vannucci rassicura i fiorentini: “Non serve fare le corse per fare richiesta perché non c’è scadenza per la richiesta. Quindi, chiedo ai fiorentini di mantenere la calma se trovano i numeri di telefono occupati o se non riescono a inviare subito la richiesta”.

Per il ritiro dei buoni spesa è vietato presentarsi nelle sedi dei Quartieri e alla Direzione dei Servizi sociali senza l’appuntamento, ovvero senza aver ricevuto la mail con l’indicazione del giorno e dell’orario in cui avverrà la consegna. Nell’occasione del ritiro saranno messe in atto da parte dei dipendenti del Comune dei Quartieri e della Direzione Servizi sociali le misure di sicurezza necessarie per evitare il contagio del Coronavirus; misure che dovranno essere messe in atto anche dai cittadini.

I buoni spesa sono una delle due misure di solidarietà alimentare, che sono state messe a punto dall’assessorato al Welfare dopo lo stanziamento da parte del governo di 400 milioni di euro destinati al ‘soccorso alimentare’ degli italiani a causa della crisi per il Covid-19. Oltre ai buoni spesa ci sono infatti anche i pacchi alimentari con prodotti di prima necessità, distribuiti a partire da giovedì scorso grazie alla collaborazione di Caritas e Banco alimentare.

I cittadini che hanno diritto ai buoni spesa riceveranno buoni cartacei nominali del valore di 10 euro l’uno da spendere nei supermercati e nei negozi di vicinato convenzionati. I buoni spesa hanno un valore che va da un minimo di 150 euro per il nucleo monoparentale fino a 500 euro circa per le famiglie numerose. Il valore varierà in base al numero di figli del nucleo familiare, la presenza di minori e/o disabili e non autosufficienti. I buoni danno diritto ad acquistare beni alimentari negli esercizi commerciali, sia supermercati che piccoli negozi di generi alimentari convenzionati. Non sarà possibile, ad esempio, acquistare alcolici e superalcolici.

Coloro che hanno bisogno di informazioni sui buoni spesa possono chiamare dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17 il Call center del Progetto #iorestoacasa del Comune (0553282200) oppure il Segretariato sociale del Comune (800508286).

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il mezzo fermato stamani dalla Municipale è risultato privo di assicurazione, ma negli ultimi giorni sono stati 15 tra navette e risciò multati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità