QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 21°26° 
Domani 22°33° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 23 luglio 2019

Attualità giovedì 20 giugno 2019 ore 10:46

Da Corte di Appello a fantasma di San Marco

Palazzo Buontalenti che ha ospitato gli uffici giudiziari di Firenze versa da anni in stato di abbandono, in attesa di una rifunzionalizzazione



FIRENZE — In via Cavour, tra piazza della Libertà e piazza San Marco c'è Palazzo Buontalenti, disegnato da Bernardo Buontalenti, che dalla costruzione del nuovo Tribunale di Novoli versa in stato di abbandono. Nel '400 tra i vecchi orti c'era un coworking ante litteram nel quale si aggirava Michelangelo Buonarroti con la supervisione di Lorenzo il Magnifico. Tra qualche anno la tramvia passerà davanti al grande portone monumentale, ma ancora non è chiaro cosa ne sarà del palazzo.

Ai fiorentini ed ai turisti appare oggi come un edificio fantasma, uno sfondo scenografico tetro dietro una fermata strategica per il trasporto pubblico cittadino che in San Marco ha uno dei sui nodi fondamentali. 
Nel 2012 l'immobile viene chiuso, ma nessuno porta via le targhe, neppure quella sul portone che indica gli orari di apertura, o la cartellonistica turistica che recita ancora "ora è sede della Corte d'Appello".

Il Palazzo originariamente destinato a residenza medicea, durante l'epoca Iorenese viene restaurato e modificato per essere adibito dapprima a sede della Guardia Nobile e successivamente della Dogana, mentre all'epoca di Firenze capitale ospita il Ministero delle Finanze per poi diventare la sede della Corte di Appello di Firenze. L'intero complesso appartiene al Demanio dello Stato in quanto proveniente dallo Scrittoio delle Regie Possessioni ed in parte da compravendita da Stefano Ricci risalente al 1871.

Nell'estate del 2015 il Demanio decide di intervenire d'urgenza sulla manutenzione dopo il distacco di una parte muraria su via Cavour, l'intervento viene appaltato e nell'occasione viene redatta una relazione nella quale vengono elencate alcune criticità che riguardano il grande seminterrato e le corti interne oltre ai vari ambienti. Sono i mesi in cui si prospetta un trasloco della Prefettura da via Giacomini e Palazzo Medici Riccardi all'interno degli spazi dell'ex Corte di Appello.

Nel febbraio 2017 però il Comune di Firenze e l’Agenzia del Demanio presentano i progetti di riqualificazione dei grandi complessi immobiliari pubblici "Il nuovo volto di Firenze passa attraverso la riqualificazione dei grandi complessi immobiliari pubblici che nei prossimi anni trasformeranno vaste aree della città, assumeranno nuove funzioni o saranno, restituiti alla città" dichiarano il sindaco di Firenze, Dario Nardella, e il Direttore dell‟Agenzia del Demanio, Roberto Reggi.
Per i piani di razionalizzazione e valorizzazione che coinvolgono edifici pubblici, ex caserme e palazzi storici che a Firenze sviluppano una superficie di oltre 175 mila mq per un‟estensione territoriale pari a circa 600 mila mq in totale l‟Agenzia del Demanio promette di finanziare con quasi 30 milioni di euro importanti interventi di ristrutturazione. Nell'elenco spicca "Palazzo Buontalenti sarà: sede della School of European and Transnational Governance". 

Nel 2019 mentre è allo studio il prolungamento della tramvia con un ramo che da piazza della Libertà arriverà sino in piazza San Marco passando proprio per via Cavour, davanti al Palazzo Buontalenti, per fiorentini e turisti quell'imponente immobile resta un palazzo fantasma. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità