Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 04 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Pompei, nei cunicoli dei tombaroli: «Una rete tutta da esplorare»

Attualità sabato 24 aprile 2021 ore 19:06

"Contagi in calo ma ci sono molti malati gravi"

Il sindaco ha fatto appello al senso di responsabilità. Contagi e ricoveri in lenta riduzione ma ci sono molti malati tra cui numerosi gravi



FIRENZE — La Conferenza permanente sulla sanità dell’area fiorentina si è riunita per fare il punto dell'emergenza a poche ore dalle riaperture per la zona gialla.

Cauto ottimismo per il trend in discesa di ricoveri e contagi ma non dobbiamo abbassare la guardia. La zona gialla è un traguardo importante ma per evitare nuove ondate è indispensabile il rispetto delle regole” lo ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella, al termine della quarta riunione della Conferenza permanente sulla sanità dell’area fiorentina che si è svolta stamani con un collegamento on line.

All’appuntamento hanno preso parte tra gli altri l’assessore regionale alla Sanità Simone Bezzini, il direttore generale Asl Paolo Morello Marchese, il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera-Universitaria di Careggi Rocco Damone, il prorettore area medico-sanitaria dell’Università di Firenze Fabio Marra, oltre all’assessore al Welfare Sara Funaro e al coordinatore della conferenza permanente il consigliere speciale Nicola Armentano.

“Siamo in un momento cruciale: i numeri dei contagi e dei ricoveri sono in lenta riduzione anche se negli ospedali ci sono molti malati tra cui numerosi gravi - ha precisato il sindaco Nardella -. I dati delle vaccinazioni sono buoni: la Toscana tra le prime per le vaccinazioni degli over 80 e sopra la media nazionale per la fascia di età 70-79 anni. Adesso in vista dell’aumento delle forniture annunciate dal commissario Figliuolo dobbiamo farci trovare pronti”.

“La rete predisposta dalla Regione funziona - ha aggiunto il consigliere Armentano - ma, se come ci auguriamo nelle prossime settimane le dosi a disposizione saranno maggiori, serve uno sforzo ulteriore per vaccinare di più e con una maggior capillarità sul territorio raggiungendo anche i cittadini non digitali. Quindi proseguire con i grandi hub che, come testimonia il Mandela Forum, funzionano molto bene ma anche coinvolgere la sanità privata convenzionata e le farmacie. E prestare particolare attenzione ai caregivers la cui vaccinazione deve essere accelerata".

Il sindaco ha fatto appello al senso di responsabilità “I dati confortanti non ci devono far dimenticare che il virus è ancora qui: dobbiamo rispettare le regole per evitare che le riaperture si traducano in una nuova ondata di contagi. Quindi continuiamo con il distanziamento, le mascherine e le altre misure che in questi mesi hanno dimostrato la loro efficacia per il contenimento della diffusione del covid-19”. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dal 2014 gli inquilini attendono di poter fare rientro nelle loro abitazioni. Gli alloggi temporanei di Novoli iniziano a mostrare i segni del tempo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità