Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:44 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 24 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Cina, il ghiaccio sulle strade provoca un maxi-tamponamento con oltre 100 veicoli a Suzhou

Attualità mercoledì 30 settembre 2020 ore 11:10

Chiudere è la parola d'ordine contro la Movida

Tra le soluzioni proposte dai cittadini la chiusura del sagrato e della piazza, oltre al divieto di vendere alcolici al di fuori dei locali



FIRENZE — Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha incontrato i cittadini e i commercianti di Santo Spirito durante un vertice sulla Movida, con lui una piccola giunta con gli assessori Andrea Vannucci, Federico Gianassi, Alessia Bettini, Alessandro Martini e Tommaso Sacchi insieme a Giacomo Tinella, comandante della municipale e Filippo Santarelli, questore di Firenze.

I residenti hanno presentato un piano in 7 punti mentre il sindaco ha parlato di 4 step ad iniziare dal contingentamento ma c'è anche l'interdizione del sagrato di Santo Spirito, misura già richiesta in passato dal priore, anche lui presente al vertice. Al terzo posto il divieto di somministrare alcolici, punto al quale i residenti tengono particolarmente e per il quale hanno chiesto il divieto di usare contenitori di qualsiasi tipo. Ultimo punto la presenza delle forze dell'ordine con un presidio fisso. I residenti hanno descritto le forze dell'ordine come "osservatori" auspicandone una maggiore operatività di intervento.

Non è una decisione che spetta unicamente al primo cittadino che al termine dell'incontro ha dichiarato di aver raccolto gli elementi da portare al Comitato per la sicurezza pubblica che si tiene a Palazzo Medici Riccardi, davanti al prefetto.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno