comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 24°32° 
Domani 23°34° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 09 luglio 2020
corriere tv
Post Covid, Lamorgese: «In autunno avremo grave crisi economica, c'è rischio concreto di tensioni»

Attualità martedì 20 settembre 2016 ore 11:27

Caro acqua, protestano le associazioni

​Publiacqua vuole aumentare le bollette del 7,5%, le associazioni di consumatori dicono di no: "Aumento ingiustificato e insostenibile"



FIRENZE — Federconsumatori Toscana, Adiconsum Toscana e Adoc Toscana sulle barricate contro l'aumento del costo dell'acqua da parte di Publiacqua (+7,5 per cento). Simili aumenti sono previsti anche da parte degli altri gestori in un range da 3,5 per cento a 7 per cento. Publiacqua l'ente gestore del servizio idrico serve le province di Firenze, Prato, Pistoia e Arezzo.

“Anche quest’anno Publiacqua - si legge nella nota inviata dalle associazioni dei consumatori - chiede consistenti aumenti tariffari senza tener conto che in Toscana, come abbiamo sempre denunciato, si hanno già le tariffe tra le più alte d’Italia. Nello specifico, nei Comuni serviti da Publiacqua, una famiglia tipo di 3 componenti con un consumo di 150 mq l’anno in media spende oltre 400 euro". 

"Il 7,5% - continua la nota - va calcolato sui 400 euro; in termini assoluti diventa molto di più degli incrementi medi che si hanno in altre città e Regioni, aumentando quindi il divario fra quanto paga un cittadino toscano e altri di tante Regioni. Tutto questo non è sostenibile dalle famiglie soprattutto in una fase di perdurante crisi e di accresciute difficoltà socioeconomiche". 

Un aumento ingiustificato, commentano le associazioni dei consumatori, visti anche gli alti utili registrati nei bilanci in particolare in quello dello scorso anno di oltre 38 milioni di euro. "Per questo facciamo appello a tutti i sindaci e all’AIT per una valutazione molto attenta della proposta di Publiacqua per contenere al massimo eventuali aumenti a limitati investimenti infrastrutturali che purtroppo anche dalle recenti vicende risultano necessari". 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità