Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:50 METEO:FIRENZE22°35°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 30 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Scherma, Di Francisca: «Errigo emotiva». Velasco: «Dichiarazioni disgustose»

Cronaca martedì 14 marzo 2017 ore 14:35

Borseggiatori folli beccati perché ubriachi

Carte di credito e documenti rubati trovati nelle tasche di una coppia. Sono stati fermati perché avevano spaccato la vetrata in un locale



FIRENZE — La notte scorsa, la polizia ha arrestato una coppia sorpresi in piazza Santa Croce con alcune carte di credito rubate a giovani, tutte vittime di una serie di borseggi avvenuti nel centro storico.

Il primo ad essere fermato dagli agenti delle volanti è stato l’uomo: completamente ubriaco avrebbe danneggiato, intorno alle 1.30, la vetrata di un locale di via dei Benci.

Il gesto ha attirato inevitabilmente l’attenzione di alcune persone che non hanno tardato a chiamare il 113.

Il responsabile, indicato dai testimoni, è stato subito rintracciato dagli agenti all’angolo con la piazza; a pochi metri da lui è stata identificata anche la ragazza.

Ma durante il controllo, insieme ad alcuni documenti riconducibili al 29enne, dal suo portafoglio è saltata fuori anche una carta di credito di dubbia provenienza.

A questo punto la 20enne ha tentato invano di nascondere quello che invece aveva lei in tasca, ovvero un altro portafoglio pieno di documenti di identità, tessere sanitarie, nonché effetti personali e altre 2 carte di credito di vittime di borseggi.

I poliziotti non ci hanno infatti messo molto ad accertare che le carte di credito e tutto il resto erano il bottino di quella che gli inquirenti ritengono essere una serie di “furti con destrezza”, alcuni dei quali avvenuti anche nelle scorse settimane nel centro di Firenze.

L’ultimo episodio risalirebbe proprio a ieri sera in piazza Stazione, dove una ragazza ha raccontato alla Polizia di essere stata derubata della propria borsa.

I due, entrambi già noti alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio, sono finiti in manette: oltre al reato di ricettazione, dovranno rispondere anche del possesso “indebito” di carte di credito abilitate al prelievo di denaro contante.

Per il 29enne magrebino è ovviamente scattata anche una denuncia per il danneggiamento della vetrata del locale, ovvero per l’episodio che alla fine ha portato indirettamente al suo arresto.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il corpo ormai senza vita rinvenuto la notte scorsa nei pressi degli orti sociali è di un uomo che era privo di documenti. Indaga la polizia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità