Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:40 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 25 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, il presidente della Camera Fico legge i risultati della prima giornata di votazioni

Attualità lunedì 28 ottobre 2019 ore 17:48

Borracce a scuola, sul caso interviene Publiacqua

Le parole del gestore idrico dopo la sospensione dell'uso dei recipienti richiesta a Scandicci a seguito di alcune segnalazioni ricevute dai genitori



FIRENZE — Il Comune di Scandicci nelle scorse ore ha annunciato, attraverso una nota ufficiale, di aver invitato la dirigenza scolastica locale a sospendere l'uso delle borracce usate dagli alunni aseguito di alcune segnalazioni ricevute da parte dei genitori (vedere l'articolo collegato). Una decisione che ha suscitato apprensione in coloro che hanno utilizzato i recipienti in attesa di conoscere lo sviluppo della vicenda.

Adesso sul caso è intervenuta Publiacqua, l'azienda che gestisce la risorsa idrica "In merito alla polemica - recita la nota - relativa alla sicurezza delle borracce in alluminio distribuite da Publiacqua si precisa innanzitutto che: le borracce distribuite all’Istituto Comprensivo Altiero Spinelli di Scandicci non sono state consegnate da Publiacqua e sono state acquistate e distribuite in totale autonomia dalla Scuola stessa; Il gestore del servizio idrico, in collaborazione con il Comune di Scandicci, ha invece distribuito 380 borracce in alluminio agli alunni delle prime classi elementari. L’Amministrazione comunale ha poi provveduto ad integrare questa prima fornitura distribuendole anche alle altre classi delle scuole primarie del territorio".

La nota prosegue "Tutte le borracce sono state distribuite a titolo assolutamente gratuito, accompagnate da un segnalibro e da un vademecum (consegnato al Comune e destinato a insegnanti e dirigenti scolastici) dove, tra l’altro, sono riportati alcuni consigli sull’utilizzo delle stesse e che di seguito riportiamo in sintesi: Non utilizzare la borraccia per bevande acide; Non mettere le borracce in congelatore, microonde, ed a contatto con una fiamma; Lavare una volta il giorno utilizzando acqua e detersivo da piatti non acido. E’consigliabile inoltre non lavare le borracce in lavastoviglie".

Sono intanto 13.000 le borracce distribuite da Publiacqua nelle scuole dei comuni serviti che "sono dotate della certificazione prodotta dall’azienda produttrice per l’importatore e che riguarda tutte le parti della borraccia che possono venire a contatto con il contenuto della stessa. Per maggiore sicurezza, ed a tutela dei bambini a cui le borracce sono destinate, Publiacqua ha però provveduto ad un’ulteriore certificazione realizzata in Italia da un laboratorio accreditato e di riconosciuta esperienza e affidabilità. Entrambe le certificazioni sono pubblicate sul sito dell’azienda, visualizzabili online e scaricabili (https://bit.ly/346NK6d). Alla luce di quanto detto sopra, ed in considerazione delle affermazioni assolutamente strumentali che alcuni soggetti stanno diffondendo in rete e sui media e tendenti a minare una iniziativa che non ha colore politico ma solo una forte valenza ambientale, Publiacqua intraprenderà tutte le azioni necessarie per difendere l’onorabilità e l’immagine dell’azienda". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Per tutti i toscani sarà per sempre l'indimenticabile Augusto Verdirame da Brescia. Il noto attore e doppiatore è morto a Roma, aveva 70 anni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca