Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:20 METEO:FIRENZE16°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 19 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità sabato 05 dicembre 2020 ore 16:49

"Biglietti crollati e ora rischiamo lo stipendio"

Gli autisti del territorio fiorentino hanno lanciato un allarme sui mancati ricavi a causa del crollo della vendita di biglietti e abbonamenti



FIRENZE — Per tutto l'anno sono intervenuti per chiedere misure di sicurezza a bordo che tutelassero i dipendenti e i passeggeri dal rischio del contagio, gli autisti del territorio fiorentino adesso però hanno fatto un bilancio mettendo in evidenza il crollo della vendita di biglietti e abbonamenti. Una perdita di ricavi che secondo i rappresentati delle sigle sindacali di Ataf Gestioni, Busitalia e Li-nea potrebbe mettere a rischio gli stipendi.

Le sigle sindacali Cgil, Cisl, Uil e Faisa hanno diramato una nota congiunta "Ad oggi le notizie che ci arrivano dalle aziende del territorio fiorentino ci preoccupano fortemente. I bilanci sono incerti, i ricavi da tariffazione sono crollati, i famosi ristori tardano ad arrivare la scarsa liquidità potrebbe mettere a rischio addirittura il regolare pagamento degli stipendi. Non dimentichiamo che molti colleghi hanno subito la crisi sanitaria ed economica in famiglia". 

"Siamo stati in prima linea quando si è trattato di organizzare l'attività anche davanti al calo dei servizi, non potremmo tollerare adesso di dover pagare il prezzo di  questo anno funesto" hanno concluso i sindacati.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ha affrontato un tratto di discesa a bordo di un monopattino ed ed è caduta. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 e la polizia municipale
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

Ultimi articoli Vedi tutti

STOP DEGRADO

Attualità

Attualità

Attualità