Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:15 METEO:FIRENZE18°30°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 29 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Shakhtar-Inter, il clamoroso gol sbagliato da Dzeko (e Inzaghi si dispera)

Attualità sabato 17 aprile 2021 ore 16:15

Per le api urbane buon appetito con 4.000 fiori

L'installazione al Piazzale

E' un giglio composto con le corolle, con un'ape gialla e nera al centro: lo ospita il piazzale Michelangelo e serve a garantire cibo agli insetti



FIRENZE — Un giglio composto da 4mila fiori con un’ape gialla e nera e la scritta Bee The Change, su una superficie di oltre 600 metri quadrati al piazzale Michelangelo: è l’installazione finanziata da Aboca nell’ambito del pacchetto di misure promosso dall’assessore all’ambiente Cecilia Del Re per difendere la biodiversità nel contesto urbano e tutelare un insetto essenziale per l’ambiente come le api. Il progetto comprende anche la piantagione della facelia nelle rotonde cittadine e l’avvio del concorso per i balconi fioriti Fiori a Fiorenza, con la distribuzione dei semi di facelia da parte delle Farmacie Fiorentine Afam. 

Al sopralluogo di oggi per il completamento dei lavori erano presenti il sindaco Dario Nardella, l’assessore all’ambiente Cecilia Del Re, la vicesindaca Alessia Bettini, l'amministratore delegato Aboca Massimo Mercati e la direttrice delle Farmacie Afam Maria Vannuzzi, oltre a rappresentanti della Società Toscana di Orticultura, Unicoop Firenze, associazione Arpat. Tutti quanti si sono dichiarati soddisfatti per il pacchetto di misure che agevolano la vita delle api in città.

L’installazione al Piazzale raffigura il giglio di Firenze che per l’occasione si trasforma in alveare: nei tre corpi principali del giglio, a imitazione delle cellette di un alveare, sono stati ritagliati nel prato a pronto effetto 46 esagoni riempiti poi da telo di juta per ottenere un effetto miele. Al centro del giglio è stata realizzata l’immagine di un’ape utilizzando piante e fiori. In particolare, per il colore nero della testa, del collo e delle strisce dell’addome una pianta perenne dalle foglie sottili e nere (Ophiopogon) a imitare il pelo dell’insetto. Per le ali, fiori di Tagetes arancioni e gialli, mentre il nero alternato al giallo va a completare il corpo dell’addome. 

Alla base dell’installazione è stata composta la scritta Bee The Change con fiori di petunie. Per la sua realizzazione, su una superficie di 25x25 metri, sono stati impiegati 300 metri quadri di prato a pronto effetto, 1.365 fiori di tagetes arancio, 960 fiori di tagetes giallo, 660 fiori di petunia blu, 1.110 piante di ophiopogon, 80 metri quadrati di telo di juta.

Nel frattempo, il 26 marzo scorso, è partito il concorso per premiare il balcone più bello organizzato con la Società Toscana di Orticultura e i cinque Quartieri e con il sostegno delle Farmacie Fiorentine Afam, mentre la semina della pianta viola nelle rotonde e lungo gli argini dell’Arno è realizzata dalla direzione Ambiente. Infine, nei giardini di Villa Favard saranno installati due apiari a cura di Arpat. Il concorso ‘Fiori a Fiorenza’ si chiuderà il prossimo 21 giugno.
In tutta Europa, ma in particolare in Italia e Francia, nel 2019 il settore dell’apicoltura ha registrato i peggiori raccolti della storia. A livello nazionale, è stimato un calo del 41% rispetto alle 23.300 tonnellate del 2018. La sofferenza delle api è uno degli effetti dei cambiamenti climatici in atto, che sconvolgono la natura e si manifestano con la più elevata frequenza di eventi estremi, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi e intense e il rapido passaggio dal sole al maltempo. La comunicazione e sensibilizzazione dei cittadini su questo tema era uno degli impegni presi dall’amministrazione comunale con l’associazione Arpat nell’ambito dell’accordo siglato a fine 2019, a seguito del quale è stata realizzata anche la campagna di comunicazione che ha preso il via in questi giorni attraverso le vetrinette presenti in città.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il vicinato lancia l'allarme dopo le segnalazioni per rissa, ubriachezza molesta e spaccio di stupefacenti registrati sulla piazza principale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Attualità