QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 10° 
Domani 7° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 26 gennaio 2020

Sport lunedì 02 marzo 2015 ore 17:04

Fiorentina, ciclo di fuoco: 6 partite in 17 giorni

Primo appuntamento giovedì con l'andata della semifinale di Coppa Italia contro la Juventus. E Montella deve far fronte all'emergenza infortuni



FIRENZE — Dopo l'impresa di Milano in casa dell'Inter, la Fiorentina ha fatto ieri sera ritorno nel capoluogo toscano accolta alla stazione del Campo di Marte da oltre un centinaio di tifosi. Un clima di grande euforia, quello che si respira in casa viola, alla vigilia di un nuovo ciclo di ferro che vedrà impegnata la formazione di Montella.

Gomez e compagni, infatti, sono atesi da 6 partite nei prossimi 17 giorni, tra campionato, Coppa Italia ed Europa League. E saranno tutte sfide contro avversari di grande livello.

Il calendario, infatti, prevede per giovedì l'andata della semifinale di Coppa Italia a Torino contro la Juventus (ore 20.45) quindi, lunedì 9 marzo, la trasferta di campionato a Roma in casa della Lazio (ore 19). Giovedì 12 toccherà quindi all'Europa League con la sfida casalinga alla Roma (ore 21.05) valida per l'andata degli ottavi di finale cui seguirà poi lunedì 16 la nuova gara di campionato con il Milan al Franchi (ore 19). Tre giorni più tardi, giovedì 19, ecco infine il ritorno degli ottavi di Europa League contro la Roma allo stadio Olimpico (ore 19) prima che il ciclo di fuoco si concluda domenica 22 col posticipo di campionato (ore 20.45) in casa dell'Udinese.

In tutto questo Montella dovrà fronteggiare l'emergenza infortuni, dato che dalla gara di San Siro i viola sono tornati coi problemi muscolari di Babacar e Savic e il trauma cranico di Tomovic che si vanno a cumulare ai guai di Tatarusanu, Borja Valero e Basanta. Per tutti la gara di giovedì contro i bianconeri è fortemente in dubbio.



Tag

Sardine, Santori: «Ci hanno detto che non potevamo fare una manifestazione»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca