Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:50 METEO:FIRENZE22°35°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 25 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Incendi nell'Oristanese, fiamme alte e gente in strada a Porto Alabe: centinaia di evacuati

Attualità lunedì 26 novembre 2018 ore 18:21

Due nuove Giuste fra le Nazioni in Toscana

Sono una suora e un'insegnante che, nel 1943, durante l'Olocausto, salvarono la vita a Miranda Servi Cividali e a sua madre Pia Ajò Servi



FIRENZE — Due nuove ''Giuste tra le nazioni'' per la Toscana: sono suor Benedetta Pompignoli e la professoressa Nella Bichi. Il riconoscimento è stato loro conferito per per aver salvato, nel 1943, Miranda Servi Cividalli e sua madre Pia Ajò Servi dalla deportazione.

Questa mattina, nella sinagoga di Firenze, le medaglie del Memoriale della Shoah di Gerusalemme sono state consegnate a Raffaele Favilli, nipote di Nella Bichi, e a Gigliola Pompignoli, nipote del fratello della religiosa, suora del convento francescano di via dei Serragli dove mamma e figlia si nascosero nei giorni bui della Shoah.

Presente anche Sara Cividalli, ex presidente della Comunità ebraica fiorentina e consigliere Ucei, figlia di Miranda e nipote di Pia Ajò Servi. Cividalli per la prima volta ha raccontato la storia della madre e della nonna, scoperta solo una decina di anni fa.

"È un momento importante della mia vita e io sono nata e vivo grazie a suor Benedetta e a Nella Bichi, due donne eccezionali, speciali che, a rischio della propria vita, hanno permesso alla mia mamma di vivere e poi di scegliere di farmi nascere - ha spiegato Sara Cividali - Madri della mia mamma e mie madri per essere state sempre se stesse, anche nei momenti più bui. Madri per quanto mi hanno regalato e per quanto continuo a scoprire".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Non sono scampati ai posti di blocco. I carabinieri si sono appostati in punti strategici per controllare il tasso alcolico sulle strade della movida
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS