Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:11 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 01 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'ultima gara di Federica Pellegrini: primo posto con standing ovation e tuffo con il presidente Malagò

Cronaca lunedì 05 luglio 2021 ore 16:00

Al rave tante droghe ma anche operatori sociali

Al rave party di Tavolaia girano marijuana, hashish, cocaina, mdma e altre droghe ancora. In campo tre realtà impegnate per la "riduzione del danno"



SANTA MARIA A MONTE — Tra gli oltre 6mila giovani che si sono dati appuntamento al rave party non autorizzato a Tavolaia girano molte droghe - hashish, marijuana, cocaina, mdma e altre ancora, per lo più sintentiche -, per non parlare dell'alcol. Abusi e mix possono essere assai pericolosi tanto che, proprio il rave di Tavolaia, è in queste ore banco di prova per un progetto sociale di "riduzione del danno".

Protagonisti gli operatori professionali di tre realtà del Coordinamento nazionale comunità di accoglienza (Cnca): una piemontese, il camper dell'equipe mobile Neutravel, una umbra, la cooperativa Borgorete, e la Cat, cooperative sociale di Firenze, attiva su questo fronte grazie al Progetto Extreme lanciato nel '99 e finanziato dalla Regione Toscana

"Di solito gli organizzatori ci chiamano e ci permettono di montare le nostre strutture all'interno dell'evento" ha spiegato all'agenzia 'Dire' Stefano Bertoletti, responsabile alla Cat del settore prevenzione e riduzione del danno.

Arrivati sabato notte e montato il 'campo' "abbiamo cominciato ad assistere i giovani", informandoli sui rischi legati all'utilizzo di droghe, "distribuendo acqua, mascherine, gel e facendo interventi di primo soccorso", anche se "nelle ore in cui siamo stati impegnati", fino a domenica sera, "non ci sono stati malesseri importanti, se non lievi legati al caldo oppure infortuni dovuti a cadute", ha raccontato ancora Bertoletti.

Oltre a questo, "i colleghi piemontesi sono autorizzati a fare analisi sulle sostanze che circolavano, attraverso uno strumento a infrarossi. Non c'era eroina, ma le tipiche sostanze da rave: ketamina, lsd, mdma, con gradi di purezza piuttosto elevati. Il che da una parte è un bene, da un'altra aumenta il rischio di crisi psichiche". E' stata fatta "anche un allerta interna su un tipo di lsd che non era lsd, ma una sostanza nuova venduta come conosciuta".

Che al rave di Tavolaia girino droghe di ogni tipo è assodato. In più, in queste ore, sta circolando sui social una foto che - se attendibile - dimostrerebbe anche come lo smercio avvenga alla luce del sole: per acquistare mdma o cocaina, sarebbe sufficiente andare ad un banchetto ed acquistarle, come fossero una bibita o un panino.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A poche ore dal dibattito in Consiglio comunale l'opposizione chiede un tavolo in prefettura per analizzare il fenomeno dei furti sulle auto in sosta
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità