Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 08 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Prima della Scala, standing ovation per Mattarella

Imprese & Professioni mercoledì 28 luglio 2021 ore 18:30

​BTC diventa valuta in corso legale in El Salvador

La "Ley Bitcoin" cambia il mondo?



ROMA — la "Ley Bitcoin" cambia il mondo?

Una notizia ha scombussolato gli ambienti finanziari di mezzo mondo nel giugno del 2021: a partire da quest'anno, il Bitcoin diventerà una valuta a corso legale in El Salvador. L'importantissima svolta è stata la conseguenza di una precisa scelta politica del presidente della repubblica centroamericana, l'istrionico Nayib Bukele, il quale ha intenzione di essere tra i primi ad approfittare del successo di questa nuova tecnologia.

Non è un caso quindi se sono sempre di più quei servizi di trading automatico basati sulla più importante tra le criptomonete, come ad esempio Bitcoin Profit, o ancora bot specializzati come Bitcoin Revolution.

Ma in cosa consiste questa legge dal sapore rivoluzionario? Che sia soltanto un modo di cavalcare "l'onda Bitcoin" o c'è un preciso piano di rinnovamento delle politiche economiche del paese?

La legge in breve

In data 7 giugno 2021 il parlamento di El Salvador ha approvato con una maggioranza di 62 voti favorevoli su 84 la cosiddetta "Ley Bitcoin". Grazie ad essa, a partire da 90 giorni dalla sua approvazione e inserimento nella gazzetta ufficiale (quindi il 7 settembre dello stesso anno), Bitcoin diventerà a tutti gli effetti una moneta a corso legale in uno Stato per la prima volta nella sua (breve ma intensa) storia.

Se a qualcuno potrà sembrare peculiare questa scelta, basti sapere che in realtà ad oggi nel paese non viene utilizzata una valuta nazionale indipendente, ma si è piuttosto scelto di "appoggiarsi" al dollaro statunitense da ormai 20 anni, e cioè da quando fu approvata la 1° legge di integrazione monetaria.

Ovviamente l'entrata in vigore di questa legge non significherà la sostituzione a sua volta del dollaro, com'è stato invece per la vecchia moneta de El Salvador: stipendi, pensioni e quant'altro continueranno ad essere erogati in USD, così come la maggior parte dei salvadoregni continuerà ad affidarsi al dollaro USA per i propri scambi economici. Ed è ancora meno probabile che in futuro i rivenditori locali prezzeranno i propri prodotti in BTC, vista l'alta volatilità che interessa questa criptomoneta.

Ciononostante, la legge obbligherà di fatto buona parte degli esercenti locali ad accettare pagamenti in bitcoin, fatta eccezione per quelli che non hanno la tecnologia atta ad accettarla ovviamente, e lo stesso toccherà fare ai creditori.

Sì, perché la legge avrà valore retroattivo per quanto riguarda i debiti contratti i dollari, i quali potranno essere ripagati dagli abitanti di El Salvador in BTC.

Cosa si nasconde dietro la Legge Bitcoin

Dietro gli occhi laser del presidente Bukele, simbolo globale dei promotori di Bitcoin sui social, si celano però degli interessi sociali, politici ed economici ben precisi, che vanno ben oltre a una mera moda BTC.

La dipendenza del paese dal dollaro è infatti un problema annoso per El Salvador, il quale è vittima (volente o nolente) di tutte quelle politiche economiche che la banca centrale statunitense prende tenendo presente esclusivamente gli interessi degli USA, non di certo quelli del povero stato salvadoregno.

Con l'adozione del BTC come seconda valuta a corso legale per il paese, si vuole quindi arginare questo fenomeno, ma non solo. Un altro problema cronico che flagella le tasche dei salvadoregni è quella delle rimesse degli emigrati verso i familiari abitanti nel paese.

Gli invii di denaro dall'estero verso El Salvador sono infatti soggette alle altissime commissioni imposte dagli istituti finanziari, i quali arrivano a chiedere anche il 10% di quanto inviato. Facendo questi invii tramite BTC invece, si ammortizzerebbero enormemente i costi, nonché i tempi di invio, quasi istantanei. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Finestrini in frantumi e cocci di vetro sul marciapiede accanto alle automobili rovistate. Amaro risveglio per i residenti di San Jacopino
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità