Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:00 METEO:FIRENZE21°36°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 20 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tutti condannati per l'omicidio di Desirée

Cronaca lunedì 09 febbraio 2015 ore 07:15

"Brutto segno lo stop del 41 bis per Paolello"

L'associazione dei familiari delle vittime della strage dei Georgofili critica la revoca del regime di carcere duro per il mafioso Orazio Paolello



FIRENZE — Paolello, condannato all'ergastolo per 5 stragi e 45 fra omicidi e tentati omicidi di mafia, e' rimasto in isolamento da vent'anni. La decisione di annullare il regime del 41 bis è stata motivata da "segnali di pentimento" manifestati dall'ex capo della Stidda.

"L'annullamento del 41 bis a Paolello, indiscusso mafioso e in passato capo di un'organizzazione criminale - ha dichiarato in una nota la presidente dell'associazione fiorentina Giovanna Maggiani Chelli - non può portare a nulla di buono".

"Se sarà pur vero che non ci sono legami fra Paolello e l'esterno del carcere - ha detto ancora la presidente - nessuno può mettere le mani sul fuoco che da qui in avanti quei contatti con l'esterno non riprenderanno. Ma non è questo il problema più grave".

"Sono anni che chiediamo una revisione della norma sul 41 bis in forma restrittiva - conclude Maggiani Chelli - Ovvero chi non collabora con la giustizia, dando un chiaro segnale di interruzione dei rapporti, con la criminalità organizzata, non dovrebbe poter lasciare il carcere a regime 41 bis".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il ladro ha infilato direttamente le mani nel registratore di cassa, afferrando i contanti. Il gestore ha provato a fermarlo ed è stato colpito
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità