Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:FIRENZE19°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 16 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Canarie: terremoto di magnitudo 4,5 provoca nuovo fiume di lava, altri 300 evacuati

Attualità martedì 24 gennaio 2017 ore 16:41

Villetta esplosa, la solidarietà vale 17mila euro

Foto facebook Francesco Casini

Consegnata a Roberto Mantione la somma raccolta dai cittadini dopo l'esplosione che uccise la moglie Valentina Auciello, madre di due bambine



BAGNO A RIPOLI — La tragedia che lo scorso 17 novembre colpì la famiglia Mantione ha subito destato la solidarietà della comunità di Bagno a Ripoli. Subito dopo l'esplosione della villetta in cui perse la vita Valentina Auciello, moglie di Roberto Mantione e madre di due bambine, è iniziata la raccolta dei fondi. 

"Un grazie sincero anche da parte mia - ha spiegato Mantione - a quanti ci hanno fatto sentire la loro vicinanza e apprezzare cosa significhi essere parte di questa comunità, che ci ha dato davvero la forza per ripartire con maggiore serenità". 

Nell'ufficio del sindaco Francesco Casini è stato consegnato l'assegno da 16.830 euro, l'equivalente di quanto i cittadini di Bagno a Ripoli hanno messo insieme. Questo il conto corrente messo a disposizione dall'agenzia di Bagno a Ripoli della Banca di Credito Cooperativo di Pontassieve - IBAN IT51 M087 3637 7200 0000 0402 084. Il conto resta attivo anche dopo la consegna delle offerte, con la causale Pro famiglia Mantione Villamagna. 

Alla consegna era presente anche la vicesindaca Ilaria Belli. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il sinistro si è verificato a metà pomeriggio a ridosso di piazza Beccaria, provocando code anche a causa del restringimento di carreggiata
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca

Lavoro