comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:20 METEO:FIRENZE-0°7°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 17 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'usura al tempo del Covid: così le mafie stanno soffocando l'economia | Roberto Saviano

Attualità domenica 29 novembre 2020 ore 18:00

Addio a Giorgio Morales, ex sindaco di Firenze

Per due mandati ha guidato la giunta fiorentina, l'annuncio è stato dato dal sindaco Nardella. Morales era stato anche difensore civico della Toscana



FIRENZE — L'ex sindaco di Firenze, Giorgio Morales, è deceduto all'età di 88 anni, la notizia è stata resa nota dal sindaco Dario Nardella. Dopo una lunga esperienza nelle istituzioni, per due volte eletto sindaco di Firenze tra il 1989 ed il 1995, dal 2004 al 2010 era stato anche difensore civico della Toscana.

Il primo cittadino di Firenze, Dario Nardella, ha scritto su Facebook "Addio a Giorgio Morales, sindaco dal 1989 al 1995 . Ricordo con commozione la sua ultima visita a Palazzo Vecchio in occasione del compleanno di Primicerio. I fiorentini lo piangono nel ricordo profondo della sua dedizione al servizio della città. Alla famiglia giunga il nostro più sincero cordoglio".

Il ricordo del presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani "Ci lascia oggi Giorgio Morales, il primo sindaco che mi chiese di servire la città di Firenze come suo Assessore alla mobilità e ai lavori pubblici nel 1993. È sempre stato ancorato ai principi animati dal liberal socialismo dei fratelli Rosselli che lo avevano portato giovanissimo a legarsi al partito d’azione e poi al partito socialista. Quei valori che mi hanno permesso di conoscerlo e sentirlo come un vero e proprio riferimento politico. Nella mia mente si accavallavano tanti ricordi che mi legano a lui, una persona di straordinaria competenza e preparazione, rigore morale, profonda umanità e grande amore per Firenze e la Toscana. Ci siamo sentiti nemmeno un mese fa dopo le elezioni, era lucido e prodigo di consigli in grado di leggere il presente e il futuro nel mio impegno in Regione. Caro Giorgio, ricordo ancora quando presentammo il tuo libro “Le scale consumate” in Palazzo Vecchio dove emergeva la tua vita da protagonista nella vita politica e amministrativa. Firenze perde un grande sindaco, ai suoi cari il mio abbraccio e a noi l’impegno nel portare avanti i valori esemplari che Giorgio ha incarnato, un prezioso esempio che ispirano la vita".

Il presidente del Consiglio regionale della Toscana Antonio Mazzeo ha commentato "Apprendo della scomparsa di Giorgio Morales ed esprimo il mio cordoglio personale e di tutto il Consiglio regionale della Toscana alla famiglia e alla città di Firenze, di cui è stato per ben due volte sindaco. L'istituzione regionale - aggiunge Mazzeo - lo vuole ricordare con affetto per l'impegno profuso nel ruolo di Difensore civico della Toscana, che svolse con competenza e grande passione. Con Morales se ne va una figura legata in maniera appassionata alla vita civica di Firenze - prosegue Mazzeo, - un amministratore che ha inteso la vita politica come azione di servizio in favore della propria comunità. Un socialista e un riformista autentico, che come tale ha sempre ricercato nella propria azione politica e amministrativa la soluzione più utile per migliorare concretamente la vita delle persone rappresentate e amministrate".

"Giorgio Morales è stato un uomo che ha amato Firenze, che ha amato la politica, che ha amato la vita. Mi ha fatto piacere appena qualche giorno fa poterlo salutare di persona grazie a un'iniziativa di Dario Nardella. Che la terra ti sia lieve, caro Giorgio. E un abbraccio grande a tutta la sua famiglia" ha detto l'ex sindaco Matteo Renzi.

"Ero legato a Giorgio. Ha incarnato per mezzo secolo la sinistra riformista nella sua città. Un socialista colto, preparato, figlio di una tradizione che si ricollegava a Ramat, Calamandrei, Enzo Enriquez Agnoletti. Gli ho chiesto consigli fino a poco tempo fa. Me ne ha sempre dati di buoni" questo il ricordo del senatore Riccardo Nencini.

Morales ha guidato Firenze per due mandati, il primo nel 1989, quando subentrò a Massimo Bogianckino e fu seguito da Mario Primicerio. Durante il suo mandato Firenze ha subito l'attentato che ha provocato la strage di via dei Georgofili.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità