Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:30 METEO:FIRENZE19°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 16 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Canarie: terremoto di magnitudo 4,5 provoca nuovo fiume di lava, altri 300 evacuati

Cronaca mercoledì 07 giugno 2017 ore 11:28

Stroncata la filiera della contraffazione di lusso

La Finanza ha sgominato una banda criminale che produceva e vendeva, all'ingrosso e al dettaglio, oggetti di lusso come borse e accessori griffati



VIAREGGIO — Ci volevano anche 800 euro per comprare una delle borse contraffatte che venivano prodotte in Toscana, tra Lucca, Firenze e Prato.

Nei giorni scorsi le Fiamme Gialle di Viareggio hanno sequestrato oltre 50mila prodotti e accessori contraffatti, disarticolando una organizzazione criminale dedita alla produzione ed alla vendita di prodotti di alta pelletteria con marchi di lusso contraffatti.

Le indagini, avviate lo scorso mese di febbraio, hanno consentito ai finanzieri di risalire all’intera filiera produttiva e commerciale radicata sul territorio della Toscana. 

A conclusione delle indagini, coordinate dalla Procura della di Lucca, sono stati eseguite cinque perquisizioni nelle provincie di Lucca, Firenze e Prato che hanno interessato 2 abitazioni, 4 opifici destinati alla produzione, 2 depositi utilizzati per il confezionamento e lo stoccaggio dei prodotti in pelletteria di alto pregio, tra cui un container situato nelle campagne versiliesi adibito a magazzino dove sono stati rivenuti migliaia di prodotti finiti perfettamente imballati e con certificati di originalità, pronti per essere venduti sulla riviera nella prossima stagione estiva. 

Sono stati denunciate tre persone, tutte italiane, per i reati di contraffazione, commercializzazione di prodotti recanti marchi falsi e ricettazione. 

Sono stati inoltre sequestrati oltre 50mila prodotti ed accessori delle più note griffe dell’alta moda, tra cui Gucci, Hermes, Louis Vuitton, Prada, Celine e diversi cliché per la punzonatura dei marchi.

Gli acquirenti erano disposti a spendere fino ad 800 euro pur di sfoggiare le borse della linea Soho “Disco Bag” del noto marchio “Gucci”. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il sinistro si è verificato a metà pomeriggio a ridosso di piazza Beccaria, provocando code anche a causa del restringimento di carreggiata
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità