Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE10°14°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 03 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La madre di Navalny sulla tomba del figlio il giorno dopo funerali

Attualità giovedì 23 novembre 2023 ore 09:00

Piante officinali spontanee, Toscana terra di mille specie

Gentiana Lutea

Ecco il primo elenco ufficiale per tutelarle, sono risorse importanti per l'ambito economico erboristico floristico. Quali sono le più diffuse



TOSCANA — Approvato il primo elenco delle piante officinali spontanee presenti in regione Toscana. Redatto di concerto con la direzione Ambiente della Regione Toscana, e con il supporto dei dipartimenti competenti delle Università di Firenze, Pisa e Siena, l’elenco sarà oggetto di successivi aggiornamenti.

Fanno parte di tale elenco circa mille specie di piante, prevalentemente appartenenti alla famiglia delle Composite come per esempio il genere achillea, il tarassaco, il cardo, la calendula, la camomilla, seguita dalle famiglie delle Leguminose come l’astragalo, la galega e le Graminacee come la gramigna.

Per alcune piante dell’elenco, per una corretta gestione della flora presente sul territorio regionale, sono date anche indicazioni riguardo a limitazioni o esclusioni alla raccolta.

“E’ un settore, quello delle piante officinali, che ha una prospettiva particolarmente promettente per la regione - commenta la vicepresidente e assessora all’agroalimentare Stefania Saccardi - Per officinale si intende una pianta utilizzata a scopo medicinale, aromatico o da profumo ma nella categoria rientrano anche alcune specie di alghe, di funghi macroscopici e di licheni, se destinati al medesimo uso. Essere dotati di un elenco ci permette di salvaguardare e tutelare le risorse erboristico-floristiche autoctone e/o endemiche per tutte le forme con cui le piante si rinvengono sul territorio, una risorsa di grande interesse agronomico, vivaistico e nutraceutico. Inoltre, possiamo conservare un patrimonio culturale comprensivo di storia, usi, tradizioni che costituiscono un insieme di risorse potenzialmente utilizzabili per molti scopi dall’alimentazione, alla medicina, alla cosmetica fino ai manufatti, in grado di sostenere numerose attività di imprese ed aziende nei settori industriali, cosmetico-farmaceutici, manifatturieri e agroalimentari”


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'omicidio sarebbe avvenuto al culmine di una lite domestica. Il figlio è stato arrestato. Sopralluogo della polizia scientifica nell'appartamento
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca