Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:50 METEO:FIRENZE20°32°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 23 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tokyo 2020, la grande festa azzurra alla cerimonia di apertura: il video di Aldo Montano

Attualità venerdì 08 febbraio 2019 ore 11:24

Sicurezza, due milioni di euro ai comuni toscani

Da Roma due milioni di euro per la videosorveglianza per le province di Lucca, Firenze, Grosseto, Livorno, Pisa, Prato e Massa Carrara



ROMA — Altri 2 milioni di euro a disposizione dei comuni toscani per la sicurezza. A renderlo noto il Viminale, spiegando che si tratta dei fondi previsti dall'ultimo bando. 

Al momento nella provincia di Firenze arriveranno 177mila euro, in quella di Grosseto 465.245,27 euro, in quella di Livorno 694.569,80 euro, in quella di Lucca 521.150 euro, in quella di Massa Carrara 49mila euro, in quella di Pisa 51.945,60 euro e in quella di Prato 48.575 euro.

"Avevamo promesso attenzione e maggiore sicurezza alle comunità locali -commenta il ministro dell'Interno Matteo Salvini -. Il finanziamento agli impianti di videosorveglianza va in questa direzione e si aggiunge al fondo sicurezza urbana per i grandi centri. In questo modo confermo la nostra determinazione per contrastare tutti i fenomeni di illegalità, dalla microcriminalità alle grandi piazze di spaccio". 

"E ora, invista della bella stagione, stiamo rinnovando l'operazione Spiagge sicure - osserva ancora Salvini - per combattere l'abusivismo commerciale e la contraffazione in più di cento Comuni turistici".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un fiore all'occhiello dell'urbanistica fiorentina di inizio Novecento, il giardino è dedicato alla memoria del giudice Antonino Caponnetto
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Lavoro