QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 14°28° 
Domani 17°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 22 settembre 2018

Attualità lunedì 12 marzo 2018 ore 13:29

Morte di Maracchi, il cordoglio della Toscana

Messaggi di cordoglio per la scomparsa del climatologo e presidente dell'Accademia dei Georgofili Giampiero Maracchi, morto a 75 anni



FIRENZE — Giampiero Maracchi avrebbe compiuto a breve 75 anni a maggio, conosciutissimo climatologo è morto a Firenze. A rendere nota la scomparsa di Maracchi è stata la famiglia. Messaggi di cordoglio sono arrivati dalla politica e da enti e associazioni.

Il cordoglio del presidente della Regione Enrico Rossi per la morte del climatologo Giampiero Maracchi è stato affidato a un messaggio rivolto alla famiglia, all'Università e all'Accademia dei Gergofili cui il presidente invia le sue condoglianze e quelle della giunta regionale. 

"Con dolore e sgomento - scrive Rossi - ho appreso della morte del professore e caro amico Giampiero Maracchi". "In tutto il periodo del mio impegno in Regione - prosegue Rossi - il professor Maracchi è stato un prezioso punto di riferimento, sempre disponibile a collaborare ad ogni scelta o azione riguardante le questioni climatiche ed il loro impatto sull'agricoltura. Con la sua scomparsa la Toscana perde un climatologo conosciuto e stimato a livello internazionale, che attraverso la sua opera di ricerca, meticolosa ed appassionata, ci ha aiutato a comprendere e ad interpretare al meglio fenomeni di grande rilevanza sulla vita di tutti".

"La sua scomparsa lascia un vuoto che sarà difficile colmare - conclude - ma nell'unirmi al dolore di familiari, amici e colleghi, mantengo la certezza che il suo esempio ed il suo lavoro saranno raccolti e proseguiranno con ancora maggiore impegno".

“Profondo cordoglio” per la scomparsa dello scienziato esperto del clima Giampiero Maracchi, è quanto esprime il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Eugenio Giani. Dell’uomo “appassionato, fiorentino e toscano vero”, il presidente cita l’intensa attività di studioso. “Impegnato su molti fronti, attivo su varie discipline, Maracchi ha fatto tanto per Firenze e la Toscana” rileva Giani. “Certamente ci mancherà la sua cultura e la sua grande esperienza, ma più ancora ci mancherà la sua semplicità e il suo sguardo acuto e curioso sul mondo”. Alla famiglia il presidente esprime “affetto e vicinanza” personale e di tutta l’Assemblea legislativa. 

"Da oggi siamo tutti un po'' più soli: ci mancherà un grande scienziato, un professore colto e illuminato, un fiorentino vero e appassionato". A affermato il sindaco di Firenze Dario Nardella. "Auspico che d'intesa con i familiari e con l'Università troveremo un modo per ricordare la sua autorevole figura", ha detto ancora il sindaco di Firenze.

"Siamo tutti molto addolorati e costernati per la scomparsa del nostro caro professore emerito Giampiero Maracchi, uomo di scienza e cultore di due discipline, la climatologia e la meteorologia, di cui fu insigne pioniere. Il suo magistero ha lasciato un segno indelebile nei numerosi allievi. La sua acutezza e sagacia lo hanno reso studioso di fama internazionale. Voglio ricordarlo col suo modo affabile e cordiale con cui si intratteneva nello stesso modo con Colleghi, studenti e con qualsiasi altro interlocutore". Così il rettore di Firenze Lugi Dei ha ricordato Giampero Maracchi, scomparso ieri. 

Per il presidente di Confagricoltura Toscana, Francesco Miari Fulcis, "il mondo agricolo perde un amico e un grande alleato", "l'agricoltura perde nel professor Maracchi un amico e un alleato fedele che mai ha fatto mancare il suo supporto negli anni trascorsi in qualità di presidente dell'Accademia dei Georgofili. Scompare un uomo di grande valore che lascia in eredità a tutti noi importanti insegnamenti". 

Il mondo agricolo piange la scomparsa del presidente dell'Accademia dei Georgofili, noto climatologo, Giampiero Maracchi. ''Esprimo il mio cordoglio personale e della Cia-Agricoltori Italiani'' dice Dino Scanavino, presidente nazionale della Cia ricordando Maracchi: ''Dall'osservatorio privilegiato che ho potuto avere da accademico - aggiunge - mi permette di testimoniare sul valore di Maracchi come uomo, scienziato, intellettuale e profondo conoscitore dell'agricoltura".

Anche la Confederazione Agromeccanici e Agricoltori Italiani esprime il proprio cordoglio, ricordando le doti intellettuali e l'impegno quotidiano di Maracchi per rilanciare il ruolo dell'agricoltura in Italia e in Europa, attraverso le scienze e il coinvolgimento di tutti i soggetti legati al'agricoltura, come anche gli accordi sottoscritti fra l'Accademia dei Georgofili e Cai dimostrano.

Alessandro Sorani, presidente di Confartigianato Firenze, sottolinea che "perdiamo un grande uomo che ha fatto tanto per la città e per tutto il mondo dell'artigianato verso cui da sempre ha dimostrato grande sensibilità. Da parte di tutta Confartigianato l'abbraccio alla famiglia e agli amici di Oma". 

Cordoglio anche dai Consorzi di Bonifica della Toscana. "Ci uniamo al dolore di familiari e amici per la perdita del professor Maracchi - hanno detto il presidente e il direttore di Anbi Toscana, rispettivamente Marco Bottino e Fabio Zappalorti - Con lui perdiamo uno scienziato di primo piano che, pur avendo raggiunto una fama nazionale e internazionale, non ha mai perso il rapporto con il territorio e non ha mai fatto mancare l''impegno per la sua difesa. Siamo vicini anche all'Accademia dei Georgofili per la scomparsa del suo presidente", "uno scienziato che non ha mai perso il rapporto con il territorio e non ha mai fatto mancare l''impegno per la sua difesa".




Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca