comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 17°23° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 31 maggio 2020
corriere tv
Crew Dragon in volo: con gli astronauti c'è anche un dinosauro di paillettes

Attualità mercoledì 26 ottobre 2016 ore 17:25

Effetti 3D orrendi ma I Medici vincono ancora

Ascolti in calo ma sempre al top per la serie Rai. Critiche sulle ricostruzioni in 3D: meglio, molto meglio, quelle di Da Vinci's Demons di Fox Tv



FIRENZE — Un milione in meno di spettatori non son bastati a scalzare dal podio della prima serata del martedì la serie di Rai 1 in otto parti I Medici. La seconda parte (comprensiva della terza e della quarta puntata) trasmessa ieri sera ha ottenuto una media di 6 milioni e mezzo di spettatori (la scorsa settimana furono 7 milioni e mezzo) con uno share del 25,7 per cento contro il 30 di martedì scorso (vedi articoli collegati).

Nonostante la tempesta di critiche che si è abbattuta sulla produzione dopo la messa in onda della prima parte, soprattutto per gli errori nelle ricostruzioni storiche della sceneggiatura, delle ambientazioni e perfino del look degli attori, I medici continuano a rappresentare un successo. E forse è  un bene visto i costi della produzione anglo-italiana, realizzata da Franck Spotnitz e Nicholas Meyer: circa tre milioni di dollari a puntata (fonte: Hollywood reporter). 

A questo proposito una nota a parte la meritano le ricostruzioni in 3D disseminate nella fiction. Realizzate da Stargate Studios di Malta e Ghost SFX Roma, sono state criticatissime per la qualità mediocre che le contraddistingue. In effetti, paragonandole a quelle realizzate da Pixomondo per un'altra produzione televisiva, Da Vinci's Demons trasmessa da FoxTv di Sky, non si può non notare macroscopiche differenze. Peccato.

Confronta qui sotto gli effetti 3D di Da Vinci's Demons e de I Medici

I Medici
Da Vinci's Demons


Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità