Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:13 METEO:FIRENZE19°33°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 19 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Fiola, l'assurda esultanza al gol contro la Francia: spacca un computer davanti a una donna spaventata

Cronaca venerdì 20 ottobre 2017 ore 18:20

Tre avvisi di garanzia per la morte in S.Croce

Si tratta dei vertici dell'ente che gestisce la basilica dell'incidente. La procura: "Un atto dovuto". Autopsia sulla vittima, padre di tre figli



FIRENZE — La procura fiorentina ha notificato tre avvisi di garanzia nell'ambito dell'inchiesta sull'incidente che ieri è costato la vita a un turista spagnolo di 52 anni, ucciso da una pietra staccatasi da un capitello all'interno della basilica di Santa Croce. L'uomo, un imprenditore di Barcellona, si chiamava Daniel Testor Schnell ed era a Firenze insieme alla moglie per festeggiare il 24mo anniversario di matrimonio. Lascia tre figli.

A ricevere gli avvisi di garanzia sono stati la presidente dell'Opera, Irene Sanesi, il segretario generale Giuseppe De Micheli e il responsabile tecnico Marco Pancani. La procura ha precisato che si tratta di un atto dovuto.

La basilica oggi è rimasta chiusa al pubblico per lutto e lo resterà anche domani per l'esecuzione di altri controlli e verifiche. Sotto sequestro l'area dove è avvenuta la tragedia, nella parte destra del transetto della chiesa (vedi qui sotto gli articoli collegati).

Gli inquirenti hanno disposto l'autopsia sul corpo della vittima. La moglie ha assistito alla tragedia.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'episodio è avvenuto ai giardini della Fortezza da Basso. A finire denunciato un giovane di 23 anni che è stato sedato e trasportato in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità