QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 10° 
Domani 10°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 27 gennaio 2020

Cronaca sabato 10 novembre 2018 ore 08:00

Tassista in fin di vita, assolti i due clienti

Il giudice ha deciso che i due giovani colpirono Gino Ghirelli per legittima difesa. Il tassista è in coma dal Luglio 2017. Familiari sconvolti



FIRENZE — Il giudice per le udienze preliminari Anna Liguori ha assolto i due ventenni accusati di aver aggredito il tassista Gino Ghirelli, 68 anni, in coma dalla tragica notte del Luglio 2017 in cui i due giovani salirono sul suo taxi (vedi qui sotto gli articoli collegati). 

Il diverbio scoppió sulle modalità di pagamento della corsa: i due clienti chiesero di pagare con il bancomat, Ghirelli, non potendo accontentarli, li accompagnó a uno sportello bancomat.

Stando alle dichiarazioni dei due giovani, sarebbe stato Ghirelli a colpire per primo con una testata e loro avrebbero reagito colpendolo a loro volta. Ma alcune testimonianze descrivono i due che prendevano a calci il corpo del tassista ormai a terra. Il giudice ha comunque accolto la tesi difensiva, sentenziando l'assoluzione.

Quella notte fu lo stesso Ghirelli a segnalare ai colleghi di aver subito una rapina e di fare attenzione ai due giovani. Poi il tassista andò a casa, si sentí male ed entrò in un coma da cui non si è risvegliato.

La decisione del gup ha sconvolto i familiari del tassista: "Se questa è giustizia - ha dichiarato la figlia di Ghirelli, Silvia - io non credo più a niente".



Tag

Coronavirus, a Malpensa controlli sui passeggeri in arrivo da Hong Kong

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità