Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:FIRENZE13°23°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 23 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Zingaretti: «Ho scoperto di avere un neo che era un tumore maliglio. Mi sono salvato grazie alla prevenzione»

Attualità martedì 13 giugno 2023 ore 13:05

Rifiuti, via a nuovo impianto nell'ex inceneritore

Gli interventi, la cui conclusione è prevista per la primavera del 2024, comprendono anche la demolizione delle due ciminiere dell’ex inceneritore



FIRENZE — Sono partiti i lavori propedeutici per la riqualificazione strutturale dell’impianto di San Donnino e dell’area che lo ospita, ubicata nel Comune di Firenze, dove è prevista la realizzazione di un impianto per la chiusura del ciclo dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche con tecnologie di ultima generazione.

Il progetto, ammesso al finanziamento del bando del Piano Nazionale Ripresa e Resilienza “economia circolare” del Ministero della Transizione Ecologica, permetterà di recuperare materie prime preziose, con un risparmio ambientale sia in termini di riduzione delle estrazioni che di smaltimento.

L’intervento si sviluppa su una superficie di oltre 20.000 mq, vede la realizzazione dell’impianto inserita in una più ampia operazione di riqualificazione strutturale dell’area, con la demolizione delle due ciminiere dell’ex inceneritore e di alcuni locali limitrofi e il recupero del corpo principale che sarà risanato, riconvertito e integrato a due nuovi edifici di superficie complessiva pari a circa 8.000 mq, oltre alla realizzazione di una linea specializzata nel trattamento dei pannelli fotovoltaici a fine vita.

Ad aprile, dopo aver ricevuto la prima risposta positiva in merito alle necessarie autorizzazioni ambientali da parte della Regione Toscana (settore Valutazioni Impatto Ambientale), sono iniziate le attività di messa in sicurezza dell’area di cantiere, i lavori di adeguamento dell’ingresso all’impianto e, a brevissimo, partirà la realizzazione della tettoia per lo stoccaggio delle frazioni derivanti dalla raccolta differenziata dei rifiuti urbani (con una superficie di circa 3.500 mq). Questi interventi, la cui conclusione è prevista per la primavera del 2024, comprendono anche la demolizione delle due ciminiere dell’ex inceneritore.

In itinere il procedimento autorizzativo per la realizzazione dei due nuovi edifici che ospiteranno l’attività di recupero dei RAEE; Alia conta di ricevere quest’atto entro l’autunno prossimo, così da mantenere quanto prestabilito nel cronoprogramma vincolante per la ricezione dei fondi PNRR: Gennaio 2024 conclusione del progetto esecutivo ed inizio lavori, avvio impianto Giugno 2026.

Il finanziamento per la realizzazione del polo, ottenuto dal PNRR, è pari al 35% del valore dell’apporto tecnologico innovativo che l’impianto sarà in grado di realizzare, ovvero oltre 3.500.000 di euro.

Con una potenzialità di trattamento fino a 65.000/t/a, l’impianto attiverà una filiera circolare che, in prospettiva, consentirà il mantenimento sul territorio del valore delle materie prime seconde ottenute dal trattamento di recupero, secondo il principio di prossimità, e attivando sinergie con altre aziende del gruppo, specializzate nel recupero delle plastiche, a cui destinare tale flusso per sfruttare ulteriori opportunità di riciclo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno