QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 17°20° 
Domani 15°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 16 settembre 2019

Attualità sabato 20 maggio 2017 ore 13:58

Da cuccioli scodinzolanti a guide per ciechi

In tanti con l'assessore regionale Saccardi alla consegna dei piccoli labrador e golden retriever destinati a diventare accompagnatori per non vedenti



SCANDICCI — C'erano le famiglie affidatarie effettive, le famiglie affidatarie potenziali e i fan della Scuola cani guida per ciechi e ipovedenti di Scandicci, sede della consegna dei cuccioli che diventeranno o sono già diventati gli accompagnatori addestrati e fedeli di ciechi e non vedenti

'E il cane incontrò l'uomo', questo il titolo scelto per la manifestazione organizzata dalla Regione Toscana per promuovere l'affidamento a famiglie volontarie dei cuccioli che, dopo un anno di socializzazione presso di loro, saranno selezionati per il compito generoso di essere le guide. 

"Quando la Scuola cani apre le porte è sempre una giornata di festa", ha detto l'assessore a sociale, diritto alla salute e sport Stefania Saccardi, affiancata da Antonio Quatraro, presidente dell'Unione italiana ciechi e ipovedenti della Toscana. "Ed è davvero una festa - ha proseguito Saccardi - poter consegnare ai non vedenti il loro cane guida, con cui inizieranno a breve la loro nuova vita comune, appena finirà il reciproco addestramento per abituarsi gli uni agli altri". 

"Oggi abbiamo organizzato con tutto lo staff di questa preziosa istituzione regionale un incontro fra le famiglie affidatarie dei cani guida in consegna e gli allievi non vedenti del corso che si sta svolgendo. Mi sembra un momento particolare ed emozionante per tutti e in particolare per le famiglie che hanno tenuto presso di sé i piccoli labrador e golden retriever nel periodo di affidamento. A tutti va il nostro grazie più sincero per questa particolare e generosa forma di volontariato che consente di dare un aiuto vero e molto richiesto, anche dalle altre regioni, a chi è non vedente. L'anno di un cucciolo presso una famiglia è una tappa fondamentale per l'addestramento dei futuri cani guida, costituisce la base per poter poi svolgere il loro compito". 



Tag

Papa Francesco: "Non dobbiamo pensare che i cattivi siano sempre gli altri"

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità