Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:51 METEO:FIRENZE11°13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 06 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Putin al volante di una Mercedes sul ponte di Crimea

Cronaca sabato 24 settembre 2022 ore 20:56

Omicidio di Signa, il fratello confessa

carabinieri

Era stato fermato poche ore dopo il ritrovamento del corpo della 46enne nella sua abitazione. Ora l'uomo ha ammesso le sue responsabilità



FIRENZE — Ha confessato il 50enne indagato per l'omicidio della sorella, una donna di 46 anni il cui corpo ormai privo di vita era stato rinvenuto lo scorso 21 Settembre nell'abitazione di lei a Signa. L'omicidio, secondo quanto l'uomo ha riferito davanti al giudice per le indagini preliminari, sarebbe avvenuto al culmine di una lite, probabilmente per motivi di natura economica.

Dopo il ritrovamento del cadavere della 46enne suo fratello era stato sottoposto a fermo. Per lui è stata disposta la perizia psichiatrica in attesa della quale per il 50enne è stata disposta la custodia cautelare in carcere.

Tutto era iniziato dalla denuncia di scomparsa presentata ai carabinieri martedì sera 20 Settembre dalla moglie dell'indagato, irreperibile da giorni così come la sorella. Poi l'accesso all'appartamento di lei e la scoperta di quanto era accaduto. Lui, il fratello, è stato ritrovato solo ore dopo nascosto in un capanno.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La situazione più grave nel sottopassaggio ferroviario tra viale Guidoni e viale XI Agosto con la circolazione strozzata da un allagamento
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità