Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:15 METEO:FIRENZE16°25°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 15 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
A Gaza City riapre un panificio, la coda lunghissima per acquistare del pane

Politica giovedì 15 settembre 2016 ore 18:15

"Brexit, il negoziato andrà bene"

Boris Johnson e Paolo Gentiloni

Lo ha dichiarato il ministro degli esteri Paolo Gentiloni nel vertice a Palazzo Vecchio con il suo omologo britannico Boris Johnson



FIRENZE — I toni sono stati concilianti e rassicuranti per tutto l'incontro. D'altra parte, ci vuole ottimismo per affrontare le mille incognite del dopo Brexit ed è stato questo il filo conduttore del vertice fiorentino fra i ministri degli esteri di Italia e Gran Bretagna, Paolo Gentiloni e Borsi Johnson.

"Dobbiamo trovare il modo per proseguire con ruolo del Regno Unito come partner attivo della Unione Europea - ha dichiarato Gentiloni - Sono personalmente convinto, e l'Italia ne è convinta, che questo negoziato possa produrre soluzioni utili e soddisfacenti sia per il Regno Unito che per la Ue. Naturalmente però abbiamo bisogno di certezze sui tempi perchè nell'incertezza possono nascere fattori di debolezza per i nostri cittadini e l'economia. Abbiamo bisogno di un punto di sintesi che ci faccia conservare la partnership con il Regno Unito che è così importante per la nostra storia e la nostra cultura".

"Vogliamo lasciare i trattati, non l'Europa - ha detto Boris Johnson - Il compito del mio dipartimento e di quelli della Brexit e del commercio estero è sostenere l'uscita dalla Ue nel miglior modo possibile. Abbiamo ragioni per essere ottimisti: i negoziati andranno bene".

"Noi in Gran bretagna beviamo migliaia di litri di prosecco - ha scherzano Johnson - Non vorremmo veder istituire tasse su questo, nè pagarle, e nemmeno l'Italia. Questo nuovo rapporto con il Regno Unito può diventare un grande vantaggio per la Ue se lo usiamo per promuoevere riforme che vadano bene a entrambi".

"A chi oggi vive nel Regno Unito dico che la situazione dei loro diritti non è cambiata - ha sottolineato Gentiloni - per i seicentomila italiani che vivono nel Regno Unito il problema non c'è. Dovremo trovare nuove regole per i flussi turistici ma sono fiducioso".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'intervento dei vigili del fuoco dopo che è stata segnalata la presenza in strada di una sostanza irritante per le vie respiratorie
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Cronaca

Cronaca