Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:44 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 19 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Metsola non strinse la mano a Muscat

Cronaca mercoledì 17 gennaio 2018 ore 17:39

Condannati gli ex vertici della Richard Ginori

Dovranno scontare da 3 a 4 anni di reclusione per bancarotta fraudolenta quattro ex amministratori della storica azienda fiorentina fallita nel 2013



FIRENZE — E' terminato con una condanna per bancarotta fraudolenta il processo a carico di quattro ex manager della Richard Ginori, storica azienda fiorentina produttrice di porcellane di altissima qualità.

Il giudice ha disposto quattro anni di carcere per l'ex presidente del consiglio di amministrazione Roberto Villa e a tre anni per gli ex manager Mauro Zanguio, Alessandro Mugnaioni e Alberto Franceschini.

Il fallimento della società risale al 2013 ma i problemi erano cominciati molti anni prima e culminarono nel 2004 quando la fabbrica di Sesto Fiorentino fu venduta per un'operazione immobiliare che, secondo i pm, non era realizzabile, considerando i bilanci già in forte perdita dell'azienda.

L'ex presidente Villa è stato accusato anche di aver fatto in modo che, nonostante la crisi finanziaria, la Ginori effettuasse alcuni pagamenti a una società riconducibile a lui stesso, penalizzando gli altri creditori.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono oltre 900 le mail inviate ad Autolinee Toscane, molte con errori e per questo motivo l'azienda ha attivato un portale per le candidature
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità