Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:25 METEO:FIRENZE10°21°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 07 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Laura Boldrini racconta la sua malattia: «Ho scoperto per caso il tumore: è stata come un'onda anomala che mi ha travolto»

Cronaca venerdì 05 febbraio 2021 ore 19:05

Un maxi carico di marijuana appoggiato sul sedile

La Guardia Finanza durante un controllo ha fermato un uomo che aveva a bordo dell'auto l'ingente quantitativo di droga in alcuni pacchi



FIRENZE — In giro per la città con 34 chili di marijuana appoggiati sui sedili posteriore dell'auto, non curante dei controlli delle forze dell'ordine. L'auto però non è passata inosservata ai finanzieri del Comando Provinciale di Firenze.

Ad insospettire i finanzieri, che stavano effettuando un controllo del territorio lungo le vie della città, è stato uno strano comportamento del conducente dell’auto nel traffico e i militari hanno così deciso di avvicinarsi al veicolo per un controllo.

La parte posteriore dell'auto era completamente occupata da ingombranti pacchi in parte aperti e durante il controllo dei documenti dell’autovettura e della patente di guida del conducente, i finanzieri hanno cominciato ad avvertire uno strano odore provenire dai cartoni.

A quel punto, hanno deciso di verificarne il contenuto, scoprendo così, al loro interno, numerosi bustoni contenenti i 34 chilogrammi di marijuana nonché un etto di hashish.

L'uomo, un italiano, è stato immediatamente tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente ed è stato tradotto nel carcere di Sollicciano.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A spaventare i residenti è la cantierizzazione dei lungarni ma anche l'impatto che la nuova infrastruttura avrà sulla viabilità interna della zona
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Attualità