Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:FIRENZE16°22°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 22 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La torcia olimpica brilla sul red carpet del Festival di Cannes

Cronaca lunedì 03 aprile 2023 ore 18:50

L'albero crolla e piomba sul cortile della scuola

Foto di archivio

Allarme di insegnanti e genitori. L'episodio nella notte, nessun ferito. Secondo caso in un mese. Il sindaco ha annunciato controlli straordinari



FIRENZE — Tragedia sfiorata a Firenze dove un albero è crollato nel cortile di una scuola elementare, fortunatamente senza che nessuno sia rimasto coinvolto, l'episodio sarebbe accaduto nella notte e l'allarme è stato dato stamani. 

Una quercia ad alto fusto è caduta nel giardino della scuola Montagnola, del fatto si è appreso questa mattina, alla ripresa delle lezioni, dopo che da venerdì nessuno era entrato nella scuola che era chiusa.

Il Comune di Firenze in una nota ha spiegato "E’ probabile che la pianta, caduta per il cedimento dell’apparato radicale, sia stata sradicata a causa del forte temporale che ha interessato Firenze nella notte tra venerdì e sabato. La quercia era stata controllata il 6 Aprile 2022 con Visual Tree Assessment, senza evidenza di difetti gravi e senza interventi di potatura prescritti. La prossima VTA era in programma quindi dopo due anni Aprile 2024. Nei giardini della scuola elementare e nido Montagnola ci sono 96 piante, tutte sottoposte alle normali procedure di controllo. Sono in corso i lavori di rimozione del tronco e dei rami. Per verificare la possibile presenza di funghi patogeni un campione di tessuto radicale è stato consegnato al Cnr per farlo analizzare".

Si tratta del secondo caso di un crollo all'interno di un cortile scolastico nel giro di un mese nel capoluogo, il precedente risale a inizio Marzo. Sempre nel capoluogo toscano a Febbraio un albero si era abbattuto sul luna park al parco delle Cascine.

Palazzo Vecchio ha annunciato oggi che partirà il piano straordinario di controllo sugli alberi presenti nei giardini delle scuole messo a punto dall’Assessorato all’Ambiente.

Grazie a un emendamento sul bilancio comunale 2023 – 2025, che è stato approvato in Consiglio comunale mercoledì scorso, sono state stanziate le risorse, pari a 300.000 euro, per il piano di monitoraggio sulle alberature presenti nei giardini scolastici annunciato qualche settimana fa dall’assessore all’ambiente Andrea Giorgio.

“La cura del verde, degli alberi, dei giardini, è una priorità per l’amministrazione - ha detto il sindaco Dario Nardella -. Vogliamo una città non solo con sempre più alberi ma sempre più alberi controllati e sicuri. Il rischio zero non esiste ma dobbiamo limitarlo al massimo delle nostre capacità. Le scuole sono un luogo particolarmente sensibile e vogliamo concentrare ora proprio lì i nostri sforzi. Ci aspettiamo un cambio di passo decisivo nella gestione, manutenzione, cura e controllo del verde a Firenze e i maggiori fondi in bilancio per questo progetto, come su altre voci della manutenzione degli alberi e del verde sono un punto di partenza importante”. “E’ la prima volta di un piano del genere, ed è la prima volta che si apre una discussione su come potenziare - con l’aiuto dei tecnici dell’amministrazione, di esperti e professionisti, che ringrazio tutti - il sistema dei controlli sugli alberi della città, un patrimonio importante che vogliamo far crescere in numeri e cui dobbiamo prestare la massima attenzione per garantire la sicurezza delle persone - sottolinea l’assessore Giorgio -. L’età del nostro patrimonio, la conformazione della città, i cambiamenti climatici e i loro effetti ci impongono una riflessione e un’azione forte, azione che stiamo mettendo in campo avvalendoci di conoscenze e competenze, tecnologie e risorse economiche rilevanti. Avevo promesso, insieme al sindaco, un piano di controlli dedicato agli alberi nelle scuole, e ci abbiamo lavorato. Continueremo in queste settimane poi a lavorare sulla zonizzazione del rischio, sul piano di sostituzioni e sulle nuove tecnologie per i monitoraggi arborei”.

Il piano si baserà sull’esecuzione di prove strumentali aggiuntive rispetto a quelle normalmente effettuate sulla base del suddetto protocollo, interventi che fino a oggi vengono svolti solo su richiesta in base ai risultati delle VTA ma che ora saranno invece attuati in base ad alcuni criteri analitici: - specie - età (dimensione del tronco) - difetti - portamento (inclinazione) - localizzazione (stato dell’area di rispetto) - vigoria.

Le prove che potranno essere effettuate sono la valutazione in quota, la tomografia sonica od elettrica, le prove di trazione, l’esplorazione apparato radicale mediante aspirazione.

Sul totale dei 4500 presenti nei giardini scolastici si stima di sottoporre a prove aggiuntive circa 1500 alberi, la cui selezione sarà fatta nei prossimi giorni dopo un ultimo confronto con gli esperti.

A seguito della definizione degli alberi da analizzare e delle prove da effettuarsi la stima è di avviare il servizio entro la fine di Aprile. Il servizio sarà svolto nel periodo da Maggio a Settembre, in modo da non gravare troppo nella fase di apertura delle scuole.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ai clienti venivano proposte prestazioni 'particolari' in cambio di pagamenti extra. I due centri sono stati sequestrati dalla Finanza
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità