Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:05 METEO:FIRENZE10°20°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 27 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il centro di Catania scomparso sotto la forza dell'acqua

Attualità lunedì 07 giugno 2021 ore 12:54

Nuovo centro vaccinale anti-Covid al Lilly Campus

Eli Lilly è una delle quattro aziende sul territorio che hanno accolto l’invito di Regione Toscana e Confindustria a somministrare le vaccinazioni



SESTO FIORENTINO — Il Campus di Sesto Fiorentino ha aperto le porte alle vaccinazioni anti-Covid-19 per i dipendenti del network Lilly. Sono 2.000 le dosi, tra prima dose e richiamo, messe a disposizione dalla Regione Toscana per i lavoratori dell’azienda e delle aziende partner, mentre ulteriori 2.000 dosi saranno offerte ai cittadini a partire dalla prossima settimana, con la collaborazione della Croce Rossa Italiana.

L’inizio della somministrazione dei vaccini anti-Covid-19 alla popolazione presso il Lilly Campus è previsto per lunedì 14 Giugno: ai cittadini sarà offerta la possibilità di vaccinarsi prenotandosi sul portale della Regione Toscana dove sarà presente Lilly Campus come ulteriore centro vaccinale. 

Eli Lilly è una delle quattro aziende sul territorio che hanno accolto l’invito di Regione Toscana e Confindustria a erogare il servizio, mettendo a disposizione i locali del Campus e le risorse medico-infermieristiche interne, in coerenza e continuità con gli obiettivi e la mission dell’azienda.

"Continuiamo a rafforzare la rete dei vaccinatori, ma anche a incrementare i luoghi dove fare le somministrazioni in un numero sempre più elevato di persone - ha detto il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani - Così facendo potremo finalmente vedere la fine del tunnel e garantire a tutti i toscani il ritorno alla normalità. La circolazione del virus sta rallentando, a testimonianza che i vaccini sono uno strumento efficace di prevenzione e che le strategie organizzative della campagna vaccinale stanno funzionando. Ben vengano, dunque, iniziative come quella di Eli Lilly, che ha accolto l'invito della Regione e di Confindustria per somministrare il vaccino ai propri dipendenti e anche ai cittadini, mettendo a disposizione un hub. I nuovi hub aziendali vanno ad aggiungersi a quelli pubblici, che abbiamo progressivamente rafforzato, in una logica di sinergie a più livelli, che include anche l'accordo con le farmacie e con i medici di medicina generale, che potranno vaccinare nei propri ambulatori anche chi ha meno di 80 anni".

“Eli Lilly Italia è da sempre attenta alla salute e al benessere dei suoi dipendenti, e già da molti anni offre gratuitamente a tutti i collaboratori che ne fanno richiesta il vaccino antinfluenzale, utilizzando, per la somministrazione, le strutture e il personale medico ed infermieristico interno - ha aggiunto Huzur Devletsah, presidente e amministratore delegato di Lilly Italy Hub - durante l’emergenza Covid-19, l’azienda ha supportato e supporta tutti i dipendenti con una serie di iniziative nell’area della prevenzione (tamponi antigenici gratuiti), dell’informazione e dell’assistenza (supporto alle famiglie, congedi parentali, iniziative di wellness e wellbeing). In questo contesto, ci siamo resi disponibili da subito a destinare gli spazi e le risorse del Lilly Campus di Sesto Fiorentino per la campagna di vaccinazione dei dipendenti, del network, dei cittadini residenti. Oggi, con il supporto della Croce Rossa, partiamo con la vaccinazione di 1.000 dipendenti e per la prossima settimana contiamo di poter cominciare a vaccinare altri 1.000 cittadini. Siamo fieri di poter offrire il nostro contributo nella lotta contro la pandemia, nella speranza di poter guardare al futuro con ottimismo”.

Cristiano Demolli,direttore del sito di manifattura di Sesto Fiorentino “Siamo felici di questa iniziativa che rafforza la sicurezza dei nostri dipendenti del sito di manifattura, che per tutto il periodo della pandemia con il loro lavoro hanno reso possibile continuare a produrre i nostri farmaci salvavita per il diabete a beneficio dei circa 6 milioni di pazienti nel mondo che serviamo”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il giovane scooterista è stato trasportato in ospedale in codice rosso. Via Aretina è rimasta chiusa per circa due ore per soccorsi e rilievi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca

Attualità