Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE11°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 29 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La lezione di Burioni: «Variante Omicron? Dobbiamo da un lato stare attenti e dall'altra vaccinarci»

Politica lunedì 04 ottobre 2021 ore 22:00

Lorenzo Falchi confermato sindaco di Sesto

Lorenzo Falchi

Secondo mandato per Lorenzo Falchi confermato sindaco con il 70,38% dei voti. Il candidato del centrodestra, Daniele Brunori, si ferma al 15,67%



SESTO FIORENTINO — A Sesto Fiorentino Lorenzo Falchi è stato rieletto con il 70,38% pari a 15.209 voti, Daniele Brunori per la coalizione di centrodestra si è fermato al 15,67% e Gabriele Toccafondi per Italia Viva al 6,47%.

I primi dati dello scrutinio hanno fatto registrate fin da subito il vantaggio del sindaco uscente, non c'è stata gara.

Sono sette i candidati che si sono sfidati per la poltrona di sindaco di Sesto Fiorentino.

Il sindaco uscente Lorenzo Falchi si è presentato per il secondo mandato sostenuto da Sinistra Italiana, Per Sesto, Pd, Volt e Ecolò, Daniele Brunori è stato appoggiato dal centrodestra unito con Popolari Toscani per Sesto, Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia, Giovanni Policastro si è candidato per il Movimento 5 Stelle, Luca Bandini per il Movimento 3V, Daniele Lorini per Sesto Popolare, Gabriele Toccafondi per Italia Viva, Girolamo Andrea Coffari di Gilferraro per Prima Sesto-Italexit con Paragone.

Qui tutte le percentuali di lista ed i più votati in Consiglio comunale.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incendio è divampato in piena notte nell'appartamento al terzo piano, coinvolgendo anche quello al piano superiore. Entrambi sono inagibili
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

STOP DEGRADO