Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:FIRENZE20°34°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 15 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Chelsea-Tottenham, lite furibonda a fine match tra Conte e Tuchel

Cronaca giovedì 18 ottobre 2018 ore 14:45

Segregata e costretta a prostituirsi

Era venuta in Italia attratta dalla promessa di un lavoro, ma atterrata all'aeroporto è stata prelevata, privata dei documenti e fatta prigioniera



SCANDICCI — Segregata in una stanza, costretta a prostituirsi e soggiogata con riti vudù. L'incubo, per una donna originaria della Nigeria, è durato due anni, dal 2015 al 2017. Periodo in cui i suoi aguzzini, una coppia di suoi connazionali, l'hanno tenuta segregata nella loro casa a Scandicci. All'epoca dei fatti i due avevano due figli minorenni e un altro in arrivo.

La coppia è stata arrestata dai carabinieri. L'uomo è finito in carcere in esecuzione di una misura di custodia cautelare disposta dal gip, mentre la donna si trova ai domiciliari. 

Secondo quanto ricostruito, la vittima sarebbe arrivata in Italia attratta dalla promessa di un lavoro. 

Quando si trovava ancora Nigeria la donna avrebbe incontrato un procacciatore che, dopo averla sottoposta a u rito vudù e impegnata a pagare col proprio lavoro le persone che l'avrebbero aiutata in Italia, le ha fornito supporto logistico (un telefono cellulare, i biglietti dei due voli aerei e la somma di 1.500 euro).

La vittima, una volta giunta all’aeroporto di Milano, nell'ottobre ottobre 2015, ha quindi contattato il numero memorizzato nel telefono che le era stato fornito. Qui è stata prelevata e poi portata nella casa di Scandicci, privata dei documenti e chiusa a chiave in una stanza.

Una vera e propria segregazione durante la quale ha subito maltrattamenti, minacce di morte, abusi e riti vudù. La donna è poi stata costretta a prostituirsi per poter pagare la coppia, che pretendeva da lei una somma complessiva di 50mila euro.

I reati contestai alla coppia sono riduzione in schiavitù, violenza sessuale, tratta di esseri umani e sfruttamento della prostituzione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo aveva 56 anni. Il corpo non presenta ferite o segni di violenza così come non ci sono segni di effrazione nell'appartamento
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità