comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:22 METEO:FIRENZE8°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 28 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Lady Mastella e la lite con gli Europeisti: «Ecco perché me ne sono andata»

Attualità sabato 31 ottobre 2020 ore 14:41

"Reporter aggredito durante un servizio sul Covid"

taccuino giornalista

L'Associazione Stampa Toscana ha denunciato l'aggressione subita da un fotoreporter impegnato a raccontare le misure anti Covid in un mercato rionale



SCANDICCI — "Gravissima l'aggressione subita da un fotoreporter de La Nazione, che stava facendo un servizio al mercato di Scandicci su assembramenti e rispetto delle norme anti-covid" è quanto denunciato dal presidente dell'Associazione Stampa Toscana, Sandro Bennucci.

Il reporter "E' stato preso a pugni - ha spiegato Bennucci - a quanto pare da un venditore ambulante, ed è stato portato in ospedale, dove gli è stato diagnosticato trauma cranico guaribile in 7 giorni. Sono intervenuti i carabinieri che stanno indagando sull'episodio. Che è gravissimo e ripropone il rischio al quale sono sottoposti i giornalisti in prima linea". L'Associazione Stampa Toscana ha rivolto un appello al prefetto, Laura Lega, e alle forze dell'ordine "Il lavoro dei giornalisti venga tutelato nel modo dovuto". Il sindacato si è poi rivolto a politici e amministratori "Vengano evitati certi riferimenti al mondo dell'informazione, che in momenti delicati come questo possono essere fraintesi, esponendo chi deve lavorare in mezzo alla gente per raccontare, a reazioni vigliacche, scomposte, inaccettabili".

Tra i messaggi di solidarietà giunti al fotoreporter quello del sindaco di Scandicci, Sandro Fallani "Intollerabile il gesto di stamani mattina al mercato. Nessuno può reagire con violenza nei confronti di chi sta semplicemente facendo il proprio mestiere. La nostra città si unisce nella difficoltà generale dando il meglio di se stessa come ha dimostrato sempre, e stigmatizza e allontana con decisione qualsiasi forma di violenza. Ero lì stamani al mercato insieme al gruppo de "La Nazione", giornalisti, fotografi; ero lì insieme alle forze di polizia, l'assessore al commercio, consiglieri comunali di maggioranza e opposizione, al capo ufficio stampa, ho fatto sentire la vicinanza della città anche alla Direttrice Agnese Pini. Nel nostro tessuto urbano il diritto/dovere di raccontare e documentare la città è un valore profondo di democrazia e di crescita civile".

Anche il sindaco metropolitano, Dario Nardella, è intervenuto sull'accaduto "Difendiamo l'importanza del lavoro giornalistico sempre e in particolare in questo frangente in cui è ancora più importante documentare quello che succede. E' un servizio fondamentale per i cittadini e per la democrazia, che invito a valorizzare piuttosto che a denigrare, come talvolta accade. E' un servizio prezioso e decisivo. Ne abbiamo avuto prova anche ieri, prima, durante e dopo la manifestazione avvenuta a Firenze: i giornalisti hanno operato in condizioni complicate per poter raccontare quanto stava accadendo. A loro, agli operatori delle forze dell'ordine, e a quanti si sono dissociati dalle violenze, va tutta la nostra gratitudine".

“Ci troviamo di nuovo davanti a un caso di un giornalista aggredito per avere fatto il proprio lavoro. Condanniamo fermamente la violenza di cui è stato vittima il fotoreporter della Nazione Tommaso Germogli a cui esprimiamo la nostra vicinanza e che insieme a tanti colleghi é impegnato a raccontare sul campo questi mesi difficili“ ha commentato Simona Bonafé, segretaria del Pd toscano.

"Inaccettabile, per questo mi auguro sia fatta quanto prima giustizia, perché eventi del genere sono inammissibili in un paese civile - ha commentato Paolo Gandola, consigliere metropolitano di Forza Italia - centrodestra per il cambiamento - l’incondizionata libertà di stampa è un elemento portante e fondamentale della nostra democrazia e per questo gli attacchi ai giornalisti e a tutti gli operatori della stampa che operano sul territorio per garantire il diritto di cronaca sono scomposti ed irricevibili". 

Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità