comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 12°24° 
Domani 13°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 27 maggio 2020
corriere tv
Sala: «Ci sono Regioni che non vogliono i milanesi. Me ne ricorderò quando andrò in vacanza»

Arte mercoledì 28 giugno 2017 ore 18:00

Il filo rosso delle idee - Lanerossi 200 anni

In occasione di Pitti 92, una mostra celebra i 200 anni di Lanerossi attraverso la sua pubblicità.



FIRENZE — Un viaggio nel tempo, quello proposto da Lanerossi con la mostra "Il filo rosso delle idee". Non solo un'occasione per celebrare i duecento anni di attività di una delle industrie più famose per la produzione di tessuti di qualità del Novecento italiano ma una vera e propria macchina del tempo, che ci riporta agli albori di una comunicazione semplice e geniale allo stesso tempo, evocativa di un'Italia in pieno boom.

Si resterebbe ore a guardare sfilare davanti agli occhi i filmati pubblicitari di un tempo in cui i bambini guardavano Carosello prima di andare a dormire, pieni di una poesia oggi difficilmente riproducibile in uno scenario di comunicazione pubblicitaria sempre più affollato e urlato. Un tempo in cui erano Aldo Fabrizi e il Signor Bonaventura a fare la pubblicità dei tessuti Lanerossi in veri e propri film in bianco e nero, in cui solo all'ultimo, dopo aver fatto godere il pubblico interamente della storia, lo sponsor faceva capolino a prendersi il merito di aver creato un contenuto di valore con un messaggio perfettamente inserito nel contesto e pertanto naturalmente efficace dal punto di vista della promozione.

E le grafiche, quelle grafiche così poetiche e allo stesso tempo così pregnanti, frutto di un'abilità tecnica e artistica che nemmeno tutta la tecnologia di oggi è capace di eguagliare, opera di grandi personaggi che si studiano ancora oggi sui libri di storia della comunicazione pubblicitaria come Armando Testa, Studio Stile.... E' un pezzo di storia dell'industria italiana che si attraversa con la mostra, un percorso dal quale non si può che uscire allo stesso tempo orgogliosi e nostalgici di un tempo che non c'è più, ma c'è stato. 


© Riproduzione riservata



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità